Ibra al Psg, Raiola: "Nessuno si aspettava l'addio al Milan dopo 2 anni"

"Balotelli in rossonero il prossimo anno? Il Manchester City è già rossonero"
 di Redazione Tutto Napoli.net - Twitter: @tuttonapoli  articolo letto 5231 volte
Fonte: tmw
Ibra al Psg, Raiola: "Nessuno si aspettava l'addio al Milan dopo 2 anni"

Mino Raiola, l'agente tra gli altri di Zlatan Ibrahimovic, è intervenuto nel corso di Speciale Calciomercato su Sportitalia parlando non solo del passaggio dell'attaccante al Psg: "Per fare strada come agente Fifa ci vuole fortuna ma anche una famiglia alle spalle che crede in te e soprattutto tanta passione altrimenti non vai da nessuna parte. Crescendo in Olanda ho imparato le lingue, ma sempre con la mentalità italiana. La mia fortuna forse è stata proprio essere un emigrante".

Sei un agente ma aiuti anche i club con cessioni importanti: "In questi ultimi anni sono riuscito a far capire che quello che faceva bene ai miei assistiti non per forza penalizzava loro. Le cessioni sono stati importanti per tutte le parti in causa. Il mio interesse è per il giocatore, ma non per questo voglio penalizzare la società. Poi è facile lavorare quando hai un giocatore straordinario come Ibrahimovic che ha sempre fatto bella figura ovunque. Sono fiero del rapporto che ho con lui e con gli altri assistiti. Non mi interessa essere il migliore o di essere simpatico e non ho mai giurato di dire la verità".

La trattativa Ibrahimovic: "L'operazione Ibrahimovic non è ancora chiusa, siamo concentrati per definire l'affare. E' un trasferimento importante ed i dettagli sono importanti. Le trattativa sono ormai diventate mediatiche, invece della dogana ci sono i giornalisti. L'informazione è così veloce che cambia il mercato, è tutto così frenetico mentre prima quando avevo 22 anni e un giocatore lasciava una squadra per andare in un'altra o addirittura all'estero era qualcosa di incredibile".

Il suo percorso in rossonero: "Io credo che nessuno si aspettava un addio dopo due anni, purtroppo il mercato è questo e bisogna prenderlo così com'è. La volontà del giocatore è sempre importante, anche perchè la firma finale è la sua. Se lascia il Milan significa che ha dato il suo ok alla cessione. Allegri? Il rapporto è stato molto buono".

Balotelli in rossonero il prossimo anno? "Il Manchester City è già rossonero. Prima era incedibile ma dopo l'europeo è diventato intoccabile. Prima dell'europeo? Può darsi nella testa di qualcuno, ma la realtà è diversa e non ho mai sentito parole diverse da Mancini o dai dirigenti".