VERSIONE MOBILE
tmw
 Lunedì 20 Ottobre 2014
IN EVIDENZA
  VS  
Young Boys   Napoli
[ Precedenti ]
TUTTONAPOLI AWARD - SCEGLI IL MIGLIORE AZZURRO IN CAMPO CON L'INTER
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

IN EVIDENZA

Yaya Tourè: "Al San Paolo mi tremavano le gambe, dopo l'inno capii in che guaio ci eravamo messi..."

"Quando misi piede su quel campo sentii qualcosa di magico, di diverso"
11.01.2013 16:15 di Leonardo Ciccarelli  articolo letto 62306 volte
© foto di Giacomo Morini

“Ci sono posti in cui vai una volta e basta… e poi c’è Napoli”. così si apre la parte in prosa di “Passione”, un documentario capolavoro che sbancò il Festival di Venezia di un paio d’anni fa, diretto da John Turturro che parla della canzone napoletana facendo cantare alcuni dei nostri più grandi interpreti. A pensarla come lui è Yaya Tourè che fino a pochi giorni fa per i napoletani era solo un incubo finito bene ma che da oggi è un assoluto idolo. Come mai? Beh, questo signorotto di 2 metri ha tessuto lodi strappalacrime nei nostri confronti a Sky, nel corso de “I signori del calcio” dicendo testuali parole: “La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”.
Questa dichiarazione l’ho letta decine di volte e quando provo a leggerla ad alta voce la suddetta trema. È la descrizione più poetica che io abbia mai avuto il piacere di commentare. Prima dell’andata col Chelsea Villas-Boas disse che “Il Napoli non è solo una squadra di calcio, è lo stato d’animo di una città” ed è qualcosa di vero perché solo chi vive i problemi di tutti i giorni può veramente apprezzare le gioie che una città piena di contraddizioni come la nostra ci sa regalare.
Tourè ha fatto un regalo grandissimo ad un popolo che a queste parole non è abituato. Ieri, al TG1, nell’intervista di Cavani è stato evidenziato il fatto che ad Edi piacerebbe giocare con Balotelli non quando dice che gli piace vivere a Napoli e che vive benissimo qui, no. Perché questo è quello che l’Italia, il resto dell’Italia, non vuole dire. Per paura, per retaggio culturale. Per un qualcosa che ormai cercare di spiegare è superfluo visto che Napoli è più che una città, “Va oltre ogni classifica” come dice Erri De Luca e allora grazie Yaya perchè hai affrontato il mostro del San Paolo come uomo di grande onore, De Crescenzo dice “Chi Io sa come è Napoli veramente. Comunque io certe volte penso che anche se Napoli, quella che dico io, non esiste come città, esiste sicuramente come concetto, come aggettivo. E allora penso che Napoli è la città più Napoli che conosco e che dovunque sono andato nel mondo ho visto che c'era bisogno di un poco di Napoli”, tu,uomo africano trapiantato in Europa, hai tanto Napoli nel cuore.


Altre notizie - In evidenza
Altre notizie
 

DE LAURENTIIS: "SUPERIAMO IL DISAPPUNTO: MOSTRATA GRANDE DETERMINAZIONE, OTTIMO SECONDO TEMPO. AVANTI COSÌ!"

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha commentato su Twitter il 2-2 degli azzurri con l'Inter: "Ragazzi, superiamo il disappunto per non aver vinto perché avete mostrato una grande determinazione. Avete giocato un ottimo secondo tempo segnando ...

ANCORA UNA VOLTA POTEVA ESSERE E NON È STATO. ASSURDO FARSI RAGGIUNGERE DUE VOLTE COSÌ

La gara dei rimpianti, la gara dei nervi a fior di pelle. Eppure il Napoli poteva essere molto più propositivo. Mazzarri orfano di tanti giocatori e soprattutto degli esterni se la prova a giocare. Benitez meno. Eppure l'occasione l'avevamo avuta. In vantaggio per ...

SCOTTO: "BATTERE MAZZARRI SAREBBE STATO DIFFICILE, MA LA DIFESA È INSUFFICIENTE"

Giovanni Scotto, giornalista de Il Roma, ha commentato così su Twitter il 2-2 tra Inter e Napoli: "Battere...

IL MATTINO - VECCHIA FIAMMA PER IL CENTROCAMPO: A GENNAIO BENITEZ VUOLE SUAREZ

Il Napoli inizia a valutare in maniera concreta le possibili piste per il mercato di gennaio. L'edizione odierna...

YOUNG BOYS BATTUTO IN CASA DAL BASILEA: SCONFITTA 0-1 PER GLI AVVERSARI DEL NAPOLI

Brutta sconfitta interna per lo Young Boys, avversario del Napoli in Europa League, che è caduto 0-1 con il Basilea...

LAZIO, PAURA PER KEITA: ILLESO DOPO UN INCIDENTE CON LA SUA LAMBORGHINI

Paura per l'attaccante della Lazio Keita Balde Diao. La punta biancoceleste, che non vive un periodo fortunato in...

FOTOGALLERY TN - CALLEJON INARRESTABILE, ECCO LE SUE ESULTANZE DOPO LE RETI ALL'INTER

Ancora una prestazione da incorniciare per José Maria Callejon che ha agganciato con 6 reti Tevez e Honda in testa...

PRIMAVERA, IN&OUT DI NAPOLI-VICENZA - BIFULCO FA IL FENOMENO, GIRARDI INGENUO. NON BASTA CONTINI

PROMOSSI  Bifulco - Ad essere protagonista ormai ci sta facendo l'abitudine. Peccato che contro il Vicenza...

FRA INTER E NAPOLI 197 GOL: ECCO LE STATISTICHE DELLA SFIDA

Dopo un avvio di campionato in cui alternava pareggi e successi, l'Inter sembra aver scordato come vincere. Al contrario...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 Ottobre 2014.
 
Juventus 19
 
Roma 18
 
Sampdoria 15
 
Milan 14
 
Udinese 13
 
Lazio 12
 
Napoli 11
 
Hellas Verona 11
 
Inter 9
 
Fiorentina 9
 
Genoa (-1) 8
 
Torino 8
 
Atalanta 7
 
Empoli (-1) 6
 
Cesena 6
 
Palermo 6
 
Cagliari 5
 
Chievo Verona 4
 
Sassuolo 4
 
Parma 3

   Editore: TC&C SRL Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.