Bianchi deciso: "Napoli, inutile nascondersi! L'obiettivo è uno..."

L'allenatore del Napoli campione d'Italia paragona la sua formazione a quella di Mazzarri e valuta le possibilità di vittoria.
 di Mario De Simone  articolo letto 3900 volte
© foto di Federico De Luca
Bianchi deciso: "Napoli, inutile nascondersi! L'obiettivo è uno..."

Ottavio Bianchi, allenatore del Napoli campione d' Italia, analizza l'attuale situazione degli azzurri: "Mi sembra di essser tornati a 50 anni fa. Il Napoli è forte e deve dimostrarlo sul campo, senza tener conto del giudizio delle squadre del nord. Gli azzurri sono sicuramente all'altezza della Juve, con il vantaggio di non dover giocare la Champions' League. L'organico che ha a disposizione Mazzarri è composto da tanti giocatori già protagonisti in nazionale maggiore, non vedo perchè non si possa puntare allo scudetto.

Paragone con Mazzarri? Io sono stato facilitato perchè sono stato prima giocatore di un Napoli stellare, e poi allenatore di una squadra altrettanto forte. In Italia vige un immobilismo permanente, e visto che era cambiato poco o nulla dai tempi in cui scendevo in campo come giocatore, non fu difficile organizzare la squadra per lo scudetto. Mi interessava lavorare bene giorno dopo giorno con tutto lo staff. Il Napoli di oggi? Tutto l'ambiente ha fame di vittoria, ci sono tutti i presupposti per la vittoria. Sarebbe bello che vincessero altre formazioni oltre alle solite note, visto che ultimamente il calcio ha recitato un ruolo importante solo al di fuori del campo di gioco. Bisogna tornare a parlare solo di calcio e dei calciatori.

Insigne? Non è affatto facile a Napoli affermarsi, ma ho sempre detto che Insigne è bravo e l'eta non fa la differenza. Bisogna stare attenti alle indicazioni del mister e a non montarsi troppo la testa, soprattutto in un ambiente caldo come quello Napoli. Di sicuro non farà rimpiangere Lavezzi.