L'ex curatore del campo: "Vi svelo la causa dello scempio al San Paolo. Se si cura bene, in 15 giorni l'erba potrebbe ricrescere..."

"Anche noi trovammo questo parassita ma lo debellammo subito. Se De la dovesse richiamare saremmo a sua disposizione"
 di Carmen Luongo  articolo letto 5186 volte
L'ex curatore del campo: "Vi svelo la causa dello scempio al San Paolo. Se si cura bene, in 15 giorni l'erba potrebbe ricrescere..."

L'ex curatore del campo del San Paolo, Franco Marrone , ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Gol. Ecco quanto evidenziato da Tuttonapoli: “Dal 18 gennaio 2012  la mia azienda non cura più il manto erboso del San Paolo. Siamo andati via per motivi tecnici e per idee divergenti su come mantenere il campo. Anche noi nelle scorse stagioni trovammo in alcune parti del manto dei parassiti che debellammo subito. Secondo il mio parere c’è stata della negligenza sulla cura dell’erba. Il caldo, la cattiva irrigazione hanno fatto si che tutta la superficie fosse infestata. Bisognava agire subito , la colpa dello scempio di domenica è da dare a una manutenzione allegra. Per come intendo io un manto erboso perfetto, ci vorrà del tempo per poterlo riammirare al San Paolo. Se si cura bene e i tempi continuano ad essere ventilati come oggi, da qui alla prossima gara di campionato ci potrebbe essere il 70/80%  di crescita in più rispetto a domenica . Bisogna lavorare molto però. Con il presidente De Laurentiis sono rimasto in buoni rapporti, ci siamo sentiti  qualche tempo fa per motivi non inerenti a questa questione. Conoscendolo non mi chiederà mai il parere, ma se mi dovesse richiamare sarei pronto a dare una mano. Vedere il campo in quelle condizioni mi ha molto rammaricato”.