Perillo: Napoli parte lesa. Responsabilità oggettiva? Un'arma a doppio taglio"

"Io non voglio dire di essere fiducioso ma la logica mi dice che dobbiamo crederci"
 di Francesca Di Vito Twitter:   articolo letto 3079 volte
© foto di Marco Iorio/Image Sport
Perillo: Napoli parte lesa. Responsabilità oggettiva? Un'arma a doppio taglio"

Antonello Perillo, collega della Rai, è intervenuto a "Radio Goal". Ecco quanto raccolto da Tutto napoli: “Io non voglio dire di essere fiducioso ma la logica mi dice che dobbiamo crederci. Sottolineo che il Napoli è parte lesa e che nessuno ha commesso un illecito. Cannavaro e Grava  hanno subito rifiutato la proposta di Gianello. E’ ovvio che diventa difficile denunciare una persona che lavora e condivide giornate intere con te. Il Napoli è parte lesa a prescindere. Già l’idea di Gianello di vendere una partita, mettendo a rischio due punti che si sarebbero potuti rivelare fondamentali, va contro la società. L’unica piccola colpa che ha De Laurentiis in tutta questa faccenda  è quella di non essere già intervenuto per modificare la questione della responsabilità oggettiva. E’ diventata ormai uno strumento contro le società stesse.”