Pres. Pescara: "Gabbiadini ed El Kaddouri li porterei in braccio da noi, ma sono fuori da nostra portata"

Così il patron del Pescara
 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 12704 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Pres. Pescara: "Gabbiadini ed El Kaddouri li porterei in braccio da noi, ma sono fuori da nostra portata"

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Daniele Sebastiani, presidente del Pescara: "Il Napoli è forte, una bella squadra e sabato ha affrontato una squadra molto preparata come la Sampdoria. Chi ha visto quella partita si è divertito. Noi non possiamo paragonarci al Napoli, ma domenica ce la giocheremo anche perché la squadra azzurra cerca di giocare e ti lascia il modo di fare la partita. Per noi è una trasferta proibitiva, ma ce la giocheremo. 

Abbiamo preso due giocatori che servivano al Pescara, poi il campo dirà se ci siamo mossi bene. Ci auguriamo che i nostri giovani continuino a crescere e dimostrare che c’era bisogno solo di un periodo di rodaggio e i nuovi arrivati ci auguriamo possano darci qualcosa in più per raggiungere la salvezza. 

Oddo? Nel mondo del calcio si abusa sempre di alcuni termini tra cui quella progetto. Oddo? Non vedo per quale motivo dovrei cambiarlo. Qualsiasi altra società avrebbe cambiato allenatore, ma io non l’ho pensato e non lo farò. Dobbiamo essere coscienti di quello che siamo e quello che dobbiamo fare senza montarci la testa. 

A Natale la gente ha più modo e tempo di seguire lo sport e sono favorevole a rivedere queste e molte cose nel nostro calcio. 

El Kaddouri? Col Napoli c’è un bel rapporto e non abbiamo fatto tante operazioni, ma c’è un bel rapporto. Si parla per capire se c’è qualcosa in uscita dal Napoli che può interessare al Pescara o viceversa. Gabbiadini ed El Kaddouri li porterei in braccio a Pescara, ma dobbiamo guardare giocatori alla nostra portata e loro non lo sono. 

Mandragora viene da un infortunio sfortunato e Mattiello proprio oggi si è operato al setto nasale”.