Stanic zittisce Bravo: "Juve-Parma? Mai fatto combine"

"E' vero che a volte possono girare strane voci, questo sì, e giravano anche allora, soprattutto a fine campionato"
 di Redazione Tutto Napoli.net  articolo letto 3966 volte
Fonte: calciomercato.com
© foto di Hernandez/Alterphotos/Image Sport
Stanic zittisce Bravo: "Juve-Parma? Mai fatto combine"

Euro 2012 con l’imminente sfida fra l’Italia e l’Inghilterra, con ancora gli echi della gioia azzurra per il passaggio del turno e l’amarezza dei croati per un’eliminazione causata almeno in parte per errori arbitrali; il caso Bravo, che dopo aver dichiarato come la sfida fra il suo Parma e la Juventus nella stagione 96-97 fosse un pareggio concordato da entrambi, e ovviamente il calciomercato. Sono questi i temi più caldi del momento.

Calciomercato.com ha intervistato in esclusiva Mario Stanic, ex laterale e centravanti della Croazia e di quel Parma fortissimo che rischiò di vincere il campionato, con trascorsi pure in Liga e in Premier, compagno di squadra dunque del francese Bravo con i ducali. Stanic, che ora con Vlaovic, ex giocatore del Padova, e con Živković, ex difensore del Bayer Leverkusen, è a capo di un’agenzia di procuratori che trattano giovani calciatori croati, inizia raccontando il suo rapporto con Parma: “Almeno due volte all’anno ci vado. E’ una città che mi è rimasta nel cuore. Eravamo fortissimi, avremmo potuto vincere anche di più. Ho trascorso quattro anni favolosi in Emilia, che gioia la vittoria in Coppa Uefa. Poi però appena me ne sono andato è scoppiato quel casino che tutti sanno, che peccato”.

Poi il pensiero sulle dichiarazioni di Bravo: ”E’ vero che a volte possono girare strane voci, questo sì, e giravano anche allora, soprattutto a fine campionato. Ma io personalmente non ricordo neanche se quella partita contro la Juve l’ho giocata, ma posso garantirti che a me nessuno ha mai chiesto di alterare il risultato di una partita”.

Stanic parla poi dell’Europeo della sua Croazia:”Abbiamo disputato un’ottima competizione. Probabilmente non meritavamo di essere eliminati. Non voglio prendermela con l’arbitro (Stark non ha concesso due rigori nitidi alla nazionale di Bilic, ndr) perché è un uomo e può sbagliare anche lui. Sarebbe stato bello vedere il suo comportamento a parti invertite, mi auguro solo che non abbia visto, e non che non abbia avuto voglia o timore di fischiare…”.

Capitolo Italia-Inghilterra: “Io ho giocato in entrambi i campionati e conosco molto bene lo stile di gioco di entrambe le Nazionali. L’Italia di Prandelli è più moderna rispetto al prototipo del vostro calcio, ma credo che perderà contro l’Inghilterra. Se gli inglesi fermeranno Pirlo avranno praticamente fatto metà del lavoro, e attenzione, i vostri avversari possono segnare davvero in ogni modo, a differenza degli azzurri, che devono sempre sperare nelle illuminazioni di Andrea”.

Chi vincerà l’Europeo? “Può succedere di tutto, ma credo che eliminare la Spagna sarà estremamente difficile…”.