Sportmediaset tuona - L'offerta della Juve potrebbe far vacillare De La, a giorni potrebbero smuoversi le acque tra il calciatore e...

Tra un Van Persie e un Mattia Destro, il sogno per l'attacco in casa Juventus è sempre lo stesso: Edinson Cavani
 di Redazione Tutto Napoli.net  articolo letto 8304 volte
Fonte: Sportmediaset
© foto di Alberto Fornasari
Sportmediaset tuona - L'offerta della Juve potrebbe far vacillare De La, a giorni potrebbero smuoversi le acque tra il calciatore e...

Tra un Van Persie e un Mattia Destro, il sogno per l'attacco in casa Juventus è sempre lo stesso: Edinson Cavani. La parziale apertura di De Laurentiis per la cessione del giocatore ("non lo vendo, ma per 70 milioni...") ha attivato gli uomini mercato bianconeri che, secondo i rumours dell'ambiente, starebbero preparando una maxi offerta: Giovinco, Matri e 20 milioni di euro. Un'offerta che farebbe vacillare il muro eretto dal Napoli.

L'affare, sia chiaro, è più che difficile. Soprattutto considerando il fatto che il Napoli dopo Lavezzi non può liberarsi anche del secondo 'tenore' nel giro di un mese. Ma se l'offerta della Juventus verrà resa ufficiale, per la dirigenza partenopea sarà difficile non farci un pensierino serio. Giovinco e Matri insieme, tradotto in parole povere, vogliono dire 25 reti nell'ultimo campionato e in soldoni almeno un 30-35 milioni di euro di valore se si considera che la sola metà di Giovinco è stata strappata al Parma per 11 milioni di euro. In più il conguaglio di 20 milioni andrebbe a sfiorare quei fatidici 70 segnalati da De Laurentiis come punto di rottura del muro napoletano.

Tra un segnale di Van Persie, che dopo l'Europeo un po' di valore l'ha perso, e la battaglia per Mattia Destro con l'Inter, il vero sogno di Conte è sempre stato il Matador. Giocatore che secondo il tecnico interpreterebbe al massimo il ruolo d'attaccante moderno nei vari schemi bianconeri. L'assalto è pronto, anche se l'impresa è tutt'altro che semplice. Cavani, del resto, da tempo sta cercando un accordo migliore con la società di De Laurentiis. L'accordo non è ancora arrivato, segnale che le acque calme potrebbero ben presto smuoversi.