VERSIONE MOBILE
TMW
 Mercoledì 27 Maggio 2015
RASSEGNA STAMPA
31 Mag 2015 20:45
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Napoli   Lazio
[ Precedenti ]
TUTTONAPOLI AWARD - SCEGLI IL MIGLIORE AZZURRO IN CAMPO CON LA JUVE
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

RASSEGNA STAMPA

Ibra non ha dubbi: "Il Psg è un dream team? Chiaro, ci sono io..."

"Siamo più forti del Milan"
31.07.2012 04:30 di Redazione Tutto Napoli.net - @tuttonapoli  articolo letto 2869 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Ibra non ha dubbi: "Il Psg è un dream team? Chiaro, ci sono io..."

La caratteristica che più di altre lo rende unico è la sua capacità di adattamento. Zlatan Ibrahimovic cambia ancora pelle e indossa la settima maglia diversa, ma la sostanza è sempre la stessa: la butta dentro con una facilità disarmante. Con quattro giorni di preparazione, Ibra pare uno che al Paris Saint Germain c’è cresciuto. Compagni mai visti e nuovo allenatore? No problem, l’intesa sembra già collaudata. Anche dentro al decrepito Robert Kennedy Stadium semideserto (13.176 spettatori, cifra generosa), contro i D.C. United, fra le migliori nella Mls, gli bastano tre minuti per esplodere: è il suo primo tocco della partita, sull’assist di Menez controlla di destro, si accentra e infila di sinistro. Gioca 38’: un gol, appunto, un assist non sfruttato da Maxwell e un’occasione mancata. Non solo. Spesso la manovra transita dai suoi piedoni. Roba da far luccicare gli occhi persino al misurato Ancelotti che dice: «Ha solo pochi giorni di preparazione e fa già queste cose...». FeliceMapure lo svedese è contento e lo dimostra con una inconsueta disponibilità. Lo chiami, interrompe la sua camminata indolente, si ferma e in italiano dice: «Ho disputato una buona mezz’ora, la squadra ha fatto bene. Mi mancano un po’ di partite per trovare la condizione ideale. Segnare è sempre importante: un gol dopo tre minuti ti dà fiducia. Menez mi ha dato una bella palla». E’ una lunga frase, molto di circostanza, una delle poche che dirà. Perché com’è noto, lui non è un tipo che ama le banalità. Pungente sul campo, dove nell’allenamento di venerdì ha steso prima Nené con un colpo al costato e poi Menez con uno sotto l’occhio, ma soprattutto fuori. Ibra, si può definire il Psg come un «Dream Team»? E lui, con unsorriso beffardo, risponde: «Sì, perché ci sono io». Ridacchia e aggiunge: «Abbiamo tanti giocatori forti e tanti ancora ne mancano: Sissoko, Thiago Motta, Thiago Silva. Mi pare una buona squadra, no?».

Stella Sa bene che le sue parole, se pur dette con un ghigno stampato sulla faccia ben rasata, faranno in breve il giro del mondo: «Se il Psg è migliore del Milan? Sì. Per quale motivo? Perché ha perso i suoi due giocatori più forti». E come un grande attore di teatro, su quest’ultima battuta lascia la scena. Ma solo pochi minuti prima aveva raccontato che il passato in rossonero non è qualcosa che si può dimenticare in quattro e quattr’otto: «Mi sono già informato e so che hanno battuto il Chelsea e che hanno fatto bene. Certo che parlo con i miei vecchi compagni. Con quasi tutti, anche se oggi non l’ho fatto». Sulle differenze fra Allegri e Ancelotti spiega: «Il nuovo allenatore vuole che giochi come piace a me: centrale, un po’ più dietro, per poi andare verso la porta. Insomma, più o meno come nel Milan e con la nazionale svedese. Qui si applica il 4-3-3, ma il mio ruolo rimarrà quasi uguale ». Ora spera di trovare a Parigi nuova felicità: «E’ una nuova esperienza, un nuovo progetto, un nuovo inizio. Sì, c’è un bel futuro davanti. Ci vorrà tempo, spero non troppo. Attenzione, però, ho vissuto anni belli anche al Milan». E dice che l’asticella bisogna metterla molto in alto: «Dobbiamo vincere tutto e subito: campionato, coppe, Champions. Un top team come noi ha l’obbligo di provarci». Non tutto bello e positivo, però. Se no, non sarebbe l’Ibra dell’autobiografia. «Il campo di questo stadio faceva schifo». E a una tv che gli chiedeva un saluto in svedese replica: «Me lo chiedi in inglese e vuoi che parlo in svedese. No, non lo faccio». Ma non a muso duro, rifiuta come stesse raccontando una barzelletta. Impareggiabile.


Altre notizie - Rassegna Stampa
Altre notizie
 

NAPOLI-LAZIO PER UN PRELIMINARE DA 50MLN: AZZURRI CERTI DELLA TESTA DI SERIE, I LAZIALI PESCHEREBBERO UNA BIG

Napoli-Lazio per un preliminare da 50mln: azzurri certi della testa di serie, i laziali pescherebbero una bigTutto in novanta minuti. La sconfitta della Lazio nel derby concede al Napoli un'altra chance - inattesa e probabilmente anche immeritata, considerando i limiti evidenziati e l'inseguimento ad una squadra che sulla carta è tutt'altro che superiore -, per c...

ESCLUSIVA - AG. ANASTASIO: “PRONTO PER I GRANDI. RITIRO DIMARO? PUNTIAMO A UN’ALTRA SOLUZIONE. SU BENITEZ E BIGON..."

ESCLUSIVA - Ag. Anastasio: “Pronto per i grandi. Ritiro Dimaro? Puntiamo a un’altra soluzione. Su Benitez e Bigon..."Presente al ’Premio Malafemmena’ organizzato ieri sera dalla giornalista Barbara Carere nella cornice di Villa...

LA LAZIO CARICA L'AMBIENTE: GIOVEDÌ ALLENAMENTO A PORTE APERTE, POI TUTTI IN RITIRO

La Lazio carica l'ambiente: giovedì allenamento a porte aperte, poi tutti in ritiroSettimana decisiva per gli uomini di Pioli. All'orizzonte, l'ultima sfida contro il Napoli per staccare...

EUROPA LEAGUE, CORRIERE: "A VARSAVIA LA FINALE DEI RIMPIANTI ITALIANI"

Europa League, Corriere: "A Varsavia la finale dei rimpianti italiani"L'edizione odierna del Corriere della Sera riserva spazio alla finale di Europa League di questa sera,...

BERLUSCONI ESAGERA: "IL MILAN? POTREI ALLENARLO, LO PORTEREI AI VERTICI MONDIALI"

Berlusconi esagera: "Il Milan? Potrei allenarlo, lo porterei ai vertici mondiali"(ANSA) - ROMA, 26 MAG - "Se Ancelotti deciderà di ritornare da noi, ci lega un grande passato e una grande stima...

VIDEO - IL LIVERPOOL CROLLA ED I TIFOSI REDS IN TRASFERTA INVOCANO RAFA BENITEZ

VIDEO - Il Liverpool crolla ed i tifosi Reds in trasferta invocano Rafa BenitezOrribile finale di stagione per il Liverpool che dopo aver sfiorato la vittoria in Premier nella scorsa stagione...

PRIMAVERA, AZZURRINI KO IN CASA CON L'EMPOLI: SFUMA IL SOGNO DI AGGUANTARE I PLAY-OFF SCUDETTO

Primavera, azzurrini ko in casa con l'Empoli: sfuma il sogno di agguantare i play-off scudettoSi è conclusa ieri la stagione della Primavera del Napoli. La sconfitta interna contro l’Empoli (0-3) ha...

UN PICCOLO CUORE NON SUPERA GLI OSTACOLI

Un piccolo cuore non supera gli ostacoliDa Bilbao passando per Parma, poi Kiev e in casa dei campioni, nessuno ostacolo fu superato! La Champions che sfuma, siamo...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 27 Maggio 2015.
 
Juventus 86
 
Roma 70
 
Lazio 66
 
Napoli 63
 
Fiorentina 61
 
Genoa 59
 
Sampdoria 55
 
Inter 52
 
Torino 51
 
Milan 49
 
Palermo 46
 
Sassuolo 46
 
Hellas Verona 45
 
Chievo Verona 43
 
Empoli 42
 
Udinese 41
 
Atalanta 37
 
Cagliari 31
 
Cesena 24
 
Parma 18*
Penalizzazioni
 
Parma -7

   Editore: TC&C SRL Norme sulla privacy   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.