Il Roma - "Insigne, ti premio!": ADL avvicina il rinnovo dopo la prodezza di Madrid

Lo scrive Il Roma
 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 13538 volte
Fonte: Giovanni Scotto per Il Roma
© foto di www.imagephotoagency.it
Il Roma - "Insigne, ti premio!": ADL avvicina il rinnovo dopo la prodezza di Madrid

Il flusso di Maradona si è fatto sentire ancora. Pochi minuti col Pibe de Oro per fargli fare un’altra prodezza. Quella da 34 metri che ha gelato il “Bernabeu”. Lorenzo Insigne prende una palla in verticale, alza gli occhi e vede il portiere Navas decisamente lontano dai pali. Ha poco spazio ma ci prova lo stesso. Il pallonetto è preciso e potente: la distanza, del resto, è siderale. Estremo difensore battuto e i diecimila napoletani scoppiano di gioia.

UN GIOIELLO, applaudito anche da qualche tifoso del Real Madrid. Loro di calcio ad alti livelli se ne intendono. Un’altra bellissima rete in Champions, anche più bella - forse - di quella su punizione contro il Borussia Dortmund. La partita poi non è andata bene, ma il gioiello di Insigne resta. Così fulgido e resistente da non essere scalfito dalla valanga-De Laurentiis, che dopo la partita si è lasciato andare ad un duro sfogo e una critica severa a squadra e allenatore. «Insigne è stato l’unico giocatore degno », ha detto il presidente. Probabilmente ha esagerato, ma si è capito come De Laurentiis sia orgoglioso dell’attaccante napoletano. E poi c’è una frase, detta o forse no. Che magari qualcuno ha carpito o letto tra le righe. Non è certo che Aurelio si riferisse a lui, ma il presidente ha detto: «Va premiato ». Riferimento a Insigne quasi sicuramente. Pensiero che va immediatamente al rinnovo contrattuale: in stallo da mesi e mesi e forse a una svolta dopo la prodezza madrilena. Sì, perché De Laurentiis forse si è convinto che è il momento si sbrogliare la matassa. Si vocifera anche di una mezza frase sussurrata dal patron «Lo premio, lo premio», ma è impossibile dimostrare che il riferimento fosse a Insigne. Di certo si apre una fase nuova: il rinnovo di Lorenzo non è più un ostacolo insormontabile.

Cosa succederà? Al momento le parti sono distanti. Troppo spazio tra domanda e offerta. La richiesta economica del calciatore resta alta. Ma Aurelio probabilmente si sentirà di nuovo con i suoi agenti, già in questi giorni. L’intenzione, però, a quanto risulta da chi conosce il presidente, è di riflettere. Non su se accontentare o meno il giocatore, ma “quanto” accontentarlo”, ossia quanto avvicinarsi alla richiesta. Vuole pensarci fino alla gara di ritorno, anche per vedere se Insigne farà un’altra grande partita, magari. Poi si cercherà un accordo, ma la sensazione è che De Laurentiis è pronto a presentare un’offerta che si avvicinerà a quella richiesta dal giocatore. Prima sei milioni lordi, poi qualcosa in meno. Forse. Di sicuro il rinnovo di Insigne avanza, non a grandi passi, ma qualcosa comincia a muoversi. Una prodezza dietro 
l’altra può bastare a convincere De Laurentiis a riaprire la trattativa. Con l’intento di arrivare un accordo. Finalmente.