VERSIONE MOBILE
tmw
 Giovedì 18 Settembre 2014
RUBRICHE
  VS  
Napoli   Sparta Praga
[ Precedenti ]
NAPOLI DELUDENTE COL CHIEVO, CHI È STATO IL MIGLIORE TRA GLI AZZURRI?
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

RUBRICHE

Pelillo...nell'uovo - Dallo spremiagrumi alla coperta corta, ecco il black-out

A cura di Marcello Pelillo
14.04.2012 08:52 di Marcello Pelillo  articolo letto 7362 volte
© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport

La crisi del Napoli è ormai annunciata. Il Napoli è scoppiato, non si regge più in piedi, barcolla e molla sotto i colpi degli avversari, che si chiamino Juventus o Atalanta. I tifosi sono increduli, non riescono a spiegarsi un crollo verticale dopo le soddisfazioni di coppa. Si chiedono come possa questo Napoli riuscire in grandi imprese, e in altrettante disfatte. L'incredulità scatena la fantasia dei sostenitori, lasciando partorire le idee più bizzarre, più "strane", che nel calcio di oggi non lo sono, poi, così tanto. Ombre da scacciare via, perché si rischia di mettere in discussione la credibilità di un gruppo che merita soltanto rispetto. La verità è che il Napoli è una squadra atipica, con dei calciatori che hanno delle qualità ben definite, ma non proprio diffuse, e che la rendono, pertanto, imprevedibile. Per questo motivo, la squadra è in grado di compiere grandi imprese, di battere chiunque, ma deve essere, però, in gran forma. Il Napoli è una squadra in grado di rendere al massimo soltanto quando gioca con il ritmo alto perché è il ritmo, la corsa, la resistenza atletica, la vera forza della squadra e dei suoi uomini più incisivi. Per questo motivo, il Napoli non è ancora una "Grande". Le grandi squadre riescono a vincere anche quando non sono al massimo, perché non hanno la necessità di tenere il ritmo alto a tutti i costi. Le gare si vincono anche quando il ritmo è basso, ma occorrono giocatori di tecnica, fuoriclasse, uomini che, anche se non sono al meglio, riescono a risolvere le gare. Maggio, Cavani, Lavezzi, Hamsik, Gargano, sono i giocatori più importanti della squadra che riescono a rendere soltanto se stanno bene atleticamente e se giocano a ritmo alto. L'organico azzurro, però, non è così folto da permettere alla squadra di giocare a ritmo alto sia in campionato che in Champions. La squadra, inoltre, non è abituata a tenere la concentrazione alta per tanti impegni ravvicinati e importanti. La coperta corta, tuttavia, non esonera da ogni responsabilità il tecnico, anche lui con poca esperienza come i suoi giocatori. Mazzarri ha insisto eccessivamente con gli stessi elementi per motivi legati anche alla gestione dello spogliatoio, alle rigide gerarchie, che lui stesso ha prodotto distinguendo titolari e "titolarissimi". Oltre ai tredici noti, il tecnico avrebbe potuto dare più spazio a Pandev e Fernandez (nel suo ruolo di centrale); avrebbe potuto gestire meglio Mascara. I soliti tredici, invece, sono finiti come travolti da uno spremiagrumi mentre, paradossalmente, Pandev e Fernandez non hanno i novanta minuti nelle gambe. A questo fattore va aggiunto quello relativo alla rigidità del tecnico sotto il profilo tattico. Il 3-4-3 sembra un dogma irrinunciabile per l'allenatore toscano che, pur di conservare il suo modulo, adatta calciatori fuori ruolo. Dzemaili da esterno di centrocampo, così come Fernandez da esterno destro dell'intoccabile difesa a tre, sono gli esempi più estremi. L'allenatore, come i giocatori, deve, in realtà, abituarsi a competere su due fronti, ed ha bisogno, come tutti, della naturale esperienza. In sede di mercato si poteva certamente fare meglio con i soldi investiti. I nove milioni per Britos restano tanti, troppi per un giocatore che non si è mai distinto particolarmente al Bologna. Su questa tema, tuttavia, non è chiaro di chi siano state realmente e precisamente le scelte. Al presidente rimane il compito di valutare attentamente gli investimenti effettuati quest'anno.


Altre notizie - Rubriche
Altre notizie
 

NAPOLI-SPARTA PRAGA, LE PROBABILI FORMAZIONI: BENITEZ SI AFFIDA AL TURNOVER, RITORNA GARGANO E SONO PRONTI DE GUZMAN, MICHU E DUVAN

Dopo la sconfitta interna col Chievo è tempo di ritornare in campo per il Napoli. La squadra di Rafa Benitez ha la possibilità contro lo Sparta Praga di riscattare immediatamente l'ultimo ko, spegnere le tante polemiche degli ultimi giorni e provare a ritrovare ...

PRIMAVERA TIM CUP, NAPOLI-CAGLIARI 2-1 (63' SELVA, 67' RIG. BARELLA, 70' RIG. PALMIERO): IL CUORE OLTRE L'OSTACOLO, GLI AZZURRINI IN 9 SUPERANO IL TURNO!

94' - E' finita!!! Napoli batte Cagliari 2 a 1 e supera il primo turno eliminatorio di Coppa Italia! Gli azzurrini gettano il cuore oltre l'ostacolo ed in nove uomini superano i sardi al termine di una gara adrenalinica e sempre in bilico. Dopo un primo tempo tut...
Napoli-Athletic Bilbao 1-1

BAGNI: “BENITEZ MI PIACE, MA TROPPE GIUSTIFICAZIONI NON FANNO BENE AI CALCIATORI”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Salvatore Bagni, ex calciatore...

CM.IT - INSIGNE NON INGRANA, CESSIONE A GENNAIO? TRE CLUB SUL MAGNIFICO

Non è stato il miglior inizio di stagione immaginabile quello di Lorenzo Insigne: per questo, secondo quanto riportato...

RILEGGI LIVE - SPARTA PRAGA, ALLENAMENTO AL SAN PAOLO PER GLI UOMINI DI LAVICKA

18.50 - Termina la fase aperta alla stampa secondo i regolamenti Uefa. Restate su Tuttonapoli.net per foto, video ed il...

CAGLIARI-SELARGIUS: È ZEMAN CONTRO ZEMAN, "CON ME NON CE LA PUÒ FARE..."

(ANSA) - ROMA, 17 SET - Il test amichevole Cagliari-Selargius, formazione di Serie D, è finito 5-1 per i...

VIDEO TN – SPARTA PRAGA AL SAN PAOLO, LE IMMAGINI DELL’ALLENAMENTO A FUORIGROTTA

E’ tutto pronto al San Paolo per il match di domani tra Napoli e Sparta Praga, club che quest’oggi si è...

PRIMAVERA - IN&OUT DI NAPOLI-CAGLIARI: PALMIERO, CUORE E POLMONI. LUPERTO È INGENUO

PROMOSSI Luca Palmiero - Il capitano è protagonista dell'ennesima partita di grinta, cuore e sostanza nella...

RAFA, ANCHE TU TI INCHINI AL CHIEVO?

Lo vedi tesissimo in conferenza stampa, pensi che la nuova bestia nera sia lui, Rafa che prende per i capelli tutti (stampa,...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 18 Settembre 2014.
 
Milan 6
 
Juventus 6
 
Roma 6
 
Inter 4
 
Sampdoria 4
 
Atalanta 4
 
Hellas Verona 4
 
Lazio 3
 
Napoli 3
 
Udinese 3
 
Chievo Verona 3
 
Cesena 3
 
Cagliari 1
 
Palermo 1
 
Genoa 1
 
Fiorentina 1
 
Torino 1
 
Sassuolo 1
 
Parma 0
 
Empoli 0

   Editore: TC&C SRL Norme sulla privacy