tmw
 Venerdì 25 Luglio 2014
RUBRICHE
CON L'ADDIO DI CONTE S'È ACCORCIATO IL GAP DALLA JUVENTUS?
  
  
  

Daily Network
© 2014
RUBRICHE

Pelillo...nell'uovo - Dallo spremiagrumi alla coperta corta, ecco il black-out

A cura di Marcello Pelillo
14.04.2012 08:52 di Marcello Pelillo  articolo letto 7331 volte
© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport

La crisi del Napoli è ormai annunciata. Il Napoli è scoppiato, non si regge più in piedi, barcolla e molla sotto i colpi degli avversari, che si chiamino Juventus o Atalanta. I tifosi sono increduli, non riescono a spiegarsi un crollo verticale dopo le soddisfazioni di coppa. Si chiedono come possa questo Napoli riuscire in grandi imprese, e in altrettante disfatte. L'incredulità scatena la fantasia dei sostenitori, lasciando partorire le idee più bizzarre, più "strane", che nel calcio di oggi non lo sono, poi, così tanto. Ombre da scacciare via, perché si rischia di mettere in discussione la credibilità di un gruppo che merita soltanto rispetto. La verità è che il Napoli è una squadra atipica, con dei calciatori che hanno delle qualità ben definite, ma non proprio diffuse, e che la rendono, pertanto, imprevedibile. Per questo motivo, la squadra è in grado di compiere grandi imprese, di battere chiunque, ma deve essere, però, in gran forma. Il Napoli è una squadra in grado di rendere al massimo soltanto quando gioca con il ritmo alto perché è il ritmo, la corsa, la resistenza atletica, la vera forza della squadra e dei suoi uomini più incisivi. Per questo motivo, il Napoli non è ancora una "Grande". Le grandi squadre riescono a vincere anche quando non sono al massimo, perché non hanno la necessità di tenere il ritmo alto a tutti i costi. Le gare si vincono anche quando il ritmo è basso, ma occorrono giocatori di tecnica, fuoriclasse, uomini che, anche se non sono al meglio, riescono a risolvere le gare. Maggio, Cavani, Lavezzi, Hamsik, Gargano, sono i giocatori più importanti della squadra che riescono a rendere soltanto se stanno bene atleticamente e se giocano a ritmo alto. L'organico azzurro, però, non è così folto da permettere alla squadra di giocare a ritmo alto sia in campionato che in Champions. La squadra, inoltre, non è abituata a tenere la concentrazione alta per tanti impegni ravvicinati e importanti. La coperta corta, tuttavia, non esonera da ogni responsabilità il tecnico, anche lui con poca esperienza come i suoi giocatori. Mazzarri ha insisto eccessivamente con gli stessi elementi per motivi legati anche alla gestione dello spogliatoio, alle rigide gerarchie, che lui stesso ha prodotto distinguendo titolari e "titolarissimi". Oltre ai tredici noti, il tecnico avrebbe potuto dare più spazio a Pandev e Fernandez (nel suo ruolo di centrale); avrebbe potuto gestire meglio Mascara. I soliti tredici, invece, sono finiti come travolti da uno spremiagrumi mentre, paradossalmente, Pandev e Fernandez non hanno i novanta minuti nelle gambe. A questo fattore va aggiunto quello relativo alla rigidità del tecnico sotto il profilo tattico. Il 3-4-3 sembra un dogma irrinunciabile per l'allenatore toscano che, pur di conservare il suo modulo, adatta calciatori fuori ruolo. Dzemaili da esterno di centrocampo, così come Fernandez da esterno destro dell'intoccabile difesa a tre, sono gli esempi più estremi. L'allenatore, come i giocatori, deve, in realtà, abituarsi a competere su due fronti, ed ha bisogno, come tutti, della naturale esperienza. In sede di mercato si poteva certamente fare meglio con i soldi investiti. I nove milioni per Britos restano tanti, troppi per un giocatore che non si è mai distinto particolarmente al Bologna. Su questa tema, tuttavia, non è chiaro di chi siano state realmente e precisamente le scelte. Al presidente rimane il compito di valutare attentamente gli investimenti effettuati quest'anno.


Altre notizie - Rubriche
Altre notizie
 

RILEGGI LIVE - INSIGNE: "PUNTIAMO ALLO SCUDETTO, C'È UNA MENTALITÀ DIVERSA. VOGLIO FARE PIÙ GOL E SACRIFICARMI PER LA SQUADRA. VARGAS È DA NAPOLI. REINA? C'È RAFAEL"

CLICCA QUI O PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA 12.18 - Termina la conferenza stampa Quanto peserà la mancata conferma di Reina? "Tanto, ci ha dato tanta sicurezza, ma dico che abbiamo anche un grande portiere come Rafael che è giovane ma ha grande esperi...

ALLEGRI CAMBIA LA PREPARAZIONE DELLA JUVENTUS. ANCHE LUI PRENDE ESEMPIO DA BENITEZ: TUTTI A SCUOLA DA RAFA

Grande attenzione agli esercizi con la palla, meno lavoro “a secco”, tante partitelle, duelli uno vs uno, sfide con mini porte e tocchi di prima. Questi gli aspetti del nuovo metodo di allenamento di Max Allegri che evidenzia l’edizione odierna di ...
Fiorentina-Napoli 1-3 (2)

DELUSIONE COSTA RICA, CLAMOROSA DECISIONE DEL CT DOPO LO STORICO MONDIALE

(ANSA) - SAN JOSE' (COSTARICA), 24 LUG - Ai Mondiali aveva stupito tutti alla guida del Costarica, portandolo fino ai...

ESCLUSIVA - SI LAVORA IN SPAGNA: CONCRETA LA PISTA CAMACHO, CONFERMATI I CONTATTI PER SUAREZ

Il Napoli continua a sondare il mercato spagnolo per rinforzare la rosa a disposizione di Rafa Benitez. Dopo l’affare...

GALLO, AG. FIFA: “MI ASPETTO ALTRI DUE ACQUISTI. ANSIOSO DI CONOSCERE LE SORTI DI BEHRAMI”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Pasquale Gallo, agente FIFA...

LIVERPOOL, RODGERS: "REINA STA LAVORANDO BENE, VEDREMO COSA ACCADRÀ"

Il tecnico del Liverpool Brendan Rodgers ha analizzato la posizione di Pepe Reina nel suo club ai microfoni di Liverpool...

VIDEO TN – MICHU: “ITALIA DIVERSA DA SPAGNA E INGHILTERRA, IN CAMPO HO UNA POSIZIONE PREFERITA”

Durante la conferenza stampa di presentazione, l’attaccante Michu ha parlato della posizione preferita in campo:...

L'OTTIMISMO DI RAFA, LE PROMESSE DI DELA, I PENSIERI DI MAREK

Sembra passato un secolo, e non una settimana lì in Trentino. A Dimaro ritiro (ormai storico estivo) degli...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 Luglio 2014.
 
Juventus 102
 
Roma 85
 
Napoli 78
 
Fiorentina 65
 
Inter 60
 
Parma 58
 
Torino 57
 
Milan 57
 
Lazio 56
 
Hellas Verona 54
 
Atalanta 50
 
Sampdoria 45
 
Genoa 44
 
Udinese 44
 
Cagliari 39
 
Chievo Verona 36
 
Sassuolo 34
 
Catania 32
 
Bologna 29
 
Livorno 25

   Editore: TC&C SRL Norme sulla privacy