Sportitalia, Cilli: "Insigne nel mirino delle big spagnole, ma ADL punta sulla sua volontà"

Queste le parole di Luca Cilli, giornalista Sportitalia, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, trasmissione in onda su 1 Station Radio.
01.04.2021 19:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Sportitalia, Cilli: "Insigne nel mirino delle big spagnole, ma ADL punta sulla sua volontà"
TuttoNapoli.net
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

“Le prime tre partite del girone di qualificazione a Qatar2022 hanno dato segni positivi, ma la sensazione è che questa squadra non ha ancora espresso tutto il potenziale. Gli azzurri hanno ampi margini di crescita, e queste tre partite hanno certificato l’identità che Mancini è riuscito a dare alla Nazionale - queste le parole di Luca Cilli, giornalista Sportitalia, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, trasmissione in onda su 1 Station Radio -. Insigne? Il migliore tra gli azzurri, ma anche del Napoli. Sta dimostrando di aver raggiunto una maturità tale da esprimere ai livelli di campione quale è. Per questo motivo, è entrato nei radar di alcuni top club spagnoli. Rinnovo col Napoli? ADL punta sulla voglia di Lorenzo di restare azzurro a vita. Al momento non ci sono stati incontri per il suo rinnovo e non sono nemmeno programmati. Io lo considero un calciatore universale, dunque sarebbe anche giusto che si guardasse intorno. Dipenderà molto anche dal progetto futuro della società: se dovesse esserci un ridimensionamento potremmo pensare ad una partenza. Se fossi in lui, dopo aver dato tantissimo al Napoli, prenderei in considerazione le offerte importanti che arriveranno, al fine di compiere l’ultimo grande step della sua carriera. Giocare a Napoli è un peso per Lorenzo, non è stato facile per lui affrontare qualche critica di troppo arrivata in passato. Ad oggi non sono pervenute offerte ufficiali al Napoli, ma so per certo dell’interesse di alcuni allenatori di top club spagnoli. D’altronde è in scadenza, qualora dovesse fare anche un grande Euro2021, sarebbe difficile trattenerlo".

SULLA DIFESA - "Senesi o Milenkovic? Al Napoli piace molto Milenkovic, ma su di lui c’è anche il Manchester United. Prima di pensare al mercato, la società azzurra deve pensare alla scelta giusta sull’allenatore per ricostruire un progetto importante. Gattuso si sta comportando da professionista esemplare, ha commesso qualche sbaglio, così come i calciatori e la dirigenza, ma la Champions è ancora raggiungibile. L’avventura è ai titoli di coda. Chi più idoneo sulla panchina azzurra? I nomi che circolano sono tutti validi. Su Sarri c’è forte la Roma, e non penso torni. A Napoli ha costruito qualcosa di importante, la sua era l’unica squadra che valeva il costo del biglietto per andare allo stadio: era uno spettacolo degno di questo nome. Ci vorrebbe un allenatore esperto perché uno più giovane, come Italiano, Juric o De Zerbi, pur ottimi allenatori, potrebbero essere un rischio, data la mancanza di esperienza. Ci vorrebbe un tecnico come Spalletti".

SU FABIAN E I PORTIERI - "Fabian Ruiz? Su di lui c’è l’Atletico Madrid. Lo seguono da diverso tempo e possono prenderlo per il costo attuale. Anche se, un giocatore dalle qualità di Fabian dovrebbe esserci nel presente e futuro del progetto Napoli. Se l’Atletico dovesse ripartire con una Liga in tasca potrebbe diventare difficile trattenere il giocatore. Prossimo portiere? Ospina andrà via, ma forse anche Meret, mai consacrato e troppo discontinuo, nonostante le grandi potenzialità. Contini, invece, è molto bravo e resterà come secondo. Il Napoli vuole Silvestri del Verona come primo portiere. Alex è il futuro dell’Italia, se giocasse con continuità sarebbe ai livelli di Donnarumma, l’unico una spanna sopra al portiere del Napoli, attualmente. Deve però trovare continuità altrove”.