Llorente, lo zio apre: “Scambio con Fabian? Amo Napoli, per me va bene!"

"Lui all’Atletico Madrid e Marcos Llorente al Napoli? Per me nessun problema, mi piace tanto l’Italia".
06.07.2021 15:30 di Francesco Carbone   vedi letture
Llorente, lo zio apre: “Scambio con Fabian? Amo Napoli, per me va bene!"
TuttoNapoli.net
© foto di Uefa/Image Sport

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Antonio Llorente Gento, zio di Marcos Llorente, calciatore spagnolo e centrocampista dell'Atletico Madrid. 

“Marcos? L’ho sentito 2 giorni fa, ho parlato con lui. Stanno aspettando la partita con tanta voglia di fare bene. Loro sanno che la gara sarà molto difficile perché l’Italia è molto forte ma pensiamo un po’ tutti che sarà una gara molto equilibrata. Vediamo cosa succede, di certo sarà una partita molto interessante. La Spagna può vincere l’Europeo? Secondo me la cosa che sta succedendo è che nelle squadre importanti non stanno giocando più gli spagnoli. Nel Real Madrid Carvajal e Sergio Ramos sono infortunati, nell’Atletico Madrid ci sono Koke, Marcos mio nipote. Nel Barcellona ci sono Pedri, Busquets e Jordi Alba. Non è più come 10 anni fa, quando eravamo Campioni del Mondo.

Giocare contro l’Italia? Non penso che inizierà la partita da terzino, era stato messo in questa posizione perché Carvajal era infortunato. Ora gioca Azpilicueta che è la soluzione più logica. Vediamo, penso che inizierà in panchina aspettando la sua opportunità. Se la partita è un po’ chiusa ci potrebbe essere la chance di vederlo.

Fabian Ruiz? Giocatore molto bravo che Luis Enrique stima ma ora giocare nella Nazionale spagnola è difficile perché ci sono tanti giocatori con qualità. So che piace molto all’allenatore, non si sa mai. Magari questa sera potrà giocare e se lo farà lo farà bene perché è un giocatore molto bravo. Non è facile giocare con la Roja così come per l’Italia, c’è tanta qualità. Lui all’Atletico Madrid e Marcos Llorente al Napoli? Per me nessun problema, mi piace tanto l’Italia! Verrò a Napoli peraltro il 14 luglio perché è una città che mi piace molto. Se lui decide di andare a Napoli per me va bene!”.