Palmeri: "Il Napoli ha pronta l’ultima offerta per Icardi, ma stavolta vuole la certezza"

Nel suo editoriale per Tuttomercatoweb l'esperto di mercato Tancredi Palmeri ha parlato della trattativa Mauro Icardi
21.08.2019 00:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Palmeri: "Il Napoli ha pronta l’ultima offerta per Icardi, ma stavolta vuole la certezza"

Nel suo editoriale per Tuttomercatoweb l'esperto di mercato Tancredi Palmeri ha parlato della trattativa Mauro Icardi: "Tutti credono che verrà fatto il volo last minute per Icardi (ribadiamo: è vero che l’operazione più sensata sarebbe uno scambio con Dybala, ma la Joya ha rifiutato entrambi gli approcci dell’Inter, e a oggi non ci sono ancora spiragli).
Ma nella telenovela Icardi c’è una nuovo sviluppo, apparentemente minore, ma che può essere molto significativo: si sa, Icardi ha perso il numero 9 assegnato a Lukaku, ma a sorpresa ha il suo numero di maglia! Non si può trovare sul sito dell’Inter o sullo shop online, ma non è lì che va cercato, perché non sono quelli i luoghi dell’ufficialità.
L’Inter ha dovuto comunicare alla Lega Calcio i numeri di maglia della rosa: e invece che non assegnare nulla a Icardi (certificando eventualmente l’esclusione anche qualora non sia ceduto) ha invece riservato per Mauro il numero 7. Andando magari incontro adesso a qualche motivo d’imbarazzo, perché l’arrivo sempre più probabile di Alexis Sanchez richiederebbe ovviamente la scelta del 7 per il Nino Maravilla, ed è tutto da vedere se si possa chiedere una deroga alla Lega.
Dunque l’ex capitano ha la sua maglia: forse solo una scelta temporanea, ma intanto lo spiraglio perché incredibilmente possa rimanere c’è.

E così si spiega anche la mossa del Napoli: perché De Laurentiis ha preparato la nuova, seconda e ultima e definitiva offerta per Icardi: dopo i 50 milioni rifiutati dall’Inter un mese fa - a fronte di una richiesta di 80 milioni - il Napoli ha deciso di rilanciare a 65 milioni, prendere o lasciare. Ma stavolta vuole farlo avendo in tasca già il sì di Icardi, anziché rischiare di esporsi a una nuova delusione. Il sì ancora non c’è, e se non dovesse arrivare a stretto giro, allora il Napoli non farà nemmeno lo sforzo".