Sky - Ecco chi è Giuntoli: l’uomo dei miracoli scelto da ADL. Lo seguirà anche il suo staff scouting

08.06.2015 21:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Fonte: gianlucadimarzio.com
Sky - Ecco chi è Giuntoli: l’uomo dei miracoli scelto da ADL. Lo seguirà anche il suo staff scouting

Dopo l'addio di Bigon, il Napoli riparte da Cristiano Giuntoli. L'attuale ds del Carpi ha trovato l'accordo con Aurelio De Laurentiis per un quadriennale. Proprio del dirigente sportivo, protagonista della grande cavalcata col Carpi, vi proponiamo un interessante profilo tracciato da gianlucadimarzio.com:

"Qualcosa di simile accadde quando il Carpi arrivò in Serie B. Cristiano Giuntoli, il direttore sportivo dei miracoli, fu sommerso di richieste dai club più blasonati della cadetteria. "Non lo so, la mia priorità è il Carpi", rispondeva ai giornalisti. Giuntoli sembrava quasi sorpreso da tanto clamore:per lui il Carpi non era soltanto la società per la quale lavorava, ma una famiglia. Dopo la promozione in Serie A è accaduto di nuovo: ma stavolta le richieste si sono trasformate in offerte. Quella targata Napoli. Fu portato nel club romagnolo da Giandomenico Costi, attuale allenatore in seconda che lo voleva con sé già da quando Giuntoli lavorava nel Savona. Col ruolo di collaboratore tecnico girava i campi della Serie D per studiare gli avversari e dare un'occhiata a qualche buon giocatore. Con Stefano Bonacini, amministratore delegato e socio di maggioranza del Carpi, l'investitura a direttore sportivo. Un predestinato, perché anche quando non ha vestito i gradi da direttore sportivo Giuntoli non ha sbagliato un colpo: quattro promozioni. Col Savona dalla D alla C2, poi Spezia in Serie B e le due col Carpi.

Si era abituato a lavorare dietro le quinte, facendo a meno delle luci dei riflettori. La Serie D e la Lega Pro il suo territorio, poi la grande occasione col Carpi che ha portato fino alla Serie passando per tutte le categorie. "La mia riconoscenza verso questa società è smisurata", ha ripetuto spesso Giuntoli. E probabilmente lo avrà detto anche ad Aurelio De Laurentiis che lo ha voluto nel Napoli. Perché proprio lui? Perché pochi potevano portare il Carpi dalla Serie D alla Serie A. Tutta la squadra biancorossa vale circa 4 milioni di euro, meno dell'ingaggio annuale del solo Gonzalo Higuain. In questi casi si parla di segreti, ma Giuntoli non ne ha: segue decine di partite al mese, anche in Serie D ed Eccellenza. Con lui il suo staff, che tutto o in parte potrebbe seguirlo a Napoli: Giuseppe Pompilio, capo scouting e Roberto Canepa, esperto di calcio giovanile due dei nomi che potrebbero accompagnarlo. Giuntoli ha una conoscenza enciclopedica dei calciatori delle serie minori, in particolare i giovani e gli italiani. Un occhio attento a vedere il buono anche sui campi in terra battuta.

L'uomo che De Laurentiis ha scelto per creare una spina dorsale italiana nel suo Napoli. Spendendo poco o niente, perché no. Giuntoli non ha alcun problema. È abituato a fare le squadre senza spendere un euro. Intere squadre. Il presidente del Napoli lo aveva detto: "Vedo Pogba preso gratis e Tevez pagato poco rispetto a ciò che fa. Vorrei liberarmi da questa cosa del più costano e più sono forti". Ed ecco Giuntoli, l'uomo ideale a cui è arrivata questa richiesta.Conoscenza perfetta del calcio italiano: su quello internazionale è pronto a mettersi alla prova. De Laurentiis sogna il campione trovato sui campi minori, o il giovane da far crescere. Questo ha chiesto a Giuntoli: di saper vendere ma soprattutto saper scegliere. A comprare ci penserà il presidente. Giuntoli dalla provincia ai riflettori del San Paolo: la sua scommessa l'ha già vinta".