Il punto di Martino a TN: "Salisburgo? Incognita difesa, un azzurro può esaltarsi! Verdi mi ha deluso, Diawara in partenza! Mercato? ADL seguirà Ancelotti! Ci saranno tante novità..."

Carmine Martino, giornalista Mediaset, è il radiocronista storico del Napoli: potete seguirlo e vivere ogni sfida in diretta su Kiss Kiss con la sua voce
14.03.2019 07:40 di Fabio Tarantino Twitter:   articolo letto 17944 volte
Il punto di Martino a TN: "Salisburgo? Incognita difesa, un azzurro può esaltarsi! Verdi mi ha deluso, Diawara in partenza! Mercato? ADL seguirà Ancelotti! Ci saranno tante novità..."

Incognita difensori, per il Napoli, in vista della sfida di ritorno col Salisburgo. Ne parla, nel suo consueto editoriale del giovedì, il radiocronista di Kiss Kiss Carmine Martino: “Chiriches ha grande esperienza, ma dopo l’infortunio ha giocato appena cento minuti in due partite. Bisogna capire se riuscirà a disputare la gara per intero. Stesso dilemma per Luperto. Ma per stasera sono fiducioso”.

Che gara bisogna attendersi? “Sono convinto che il Napoli riuscirà a fare almeno un gol sfruttando l'arma contropiede. Mi aspetto la stessa squadra dell’andata, oltre alle novità in difesa, con Insigne al posto di Mertens. E credo possa essere la partita di Zielinski, che sarà fresco dopo aver riposato col Sassuolo e potrà colpire in campo aperto”.  

A proposito di Sassuolo: il caso Insigne è già rientrato? “Le sue sono state dichiarazioni di rabbia dopo le critiche subite che gli hanno dato fastidio. Ma Insigne, da capitano, dovrebbe imparare a gestirsi, anche perché con le sue parole rischia di far sorgere dubbi sul futuro. Personalmente spero possa restare ancora a lungo al Napoli. E comunque, a proposito dei tifosi, vi assicuro che domenica scorsa, a Reggio Emilia, tanti napoletani lo hanno aspettato all’esterno dello stadio per elogiarlo, urlando il suo nome. La stima, nei suoi confronti, è davvero tanta”.

Tanti bocciati contro il Sassuolo. “Verdi mi ha deluso molto. Ha disputato un primo tempo sufficiente, nel secondo ha fatto male. In sua difesa va detto che, tatticamente, lui riesce a dare il meglio di sé giocando negli ultimi trenta metri, invece a Reggio Emilia s’è sacrificato per i compagni rientrando fino alla propria area di rigore. Ecco perché è presto per giudizi definitivi: aspettiamo altre gare”.

Chi altro ha deluso, domenica scorsa? “Tra tutti credo Diawara per il semplice motivo che, a differenza di altri, è a Napoli da diversi anni. Probabilmente ha smarrito la sua identità, non è un caso che, essendo un centrocampista di interdizione, con Fabian al suo fianco riesce ad esprimersi al meglio, avendo vicino un riferimento che imposta. Credo, però, che il suo futuro possa essere lontano da Napoli”.

Fornals e Lozano i primi nomi per il futuro. “Sono giocatori in ‘stile Fabian’ che confermano la stratega azzurra. De Laurentiis terrà conto delle richieste di Ancelotti, costruirà una squadra seguendo le sue indicazioni tattiche. Non mi meraviglierei se, in estate, dovessero esserci tanti cambi. Ci sono 6-7 elementi su cui ripartire - tra questi Meret, Albiol, Koulibaly, Fabian, Callejon e Milik - e per il resto potrebbero esserci tante novità”.