ESCLUSIVA – Fabián, Betis sorpreso dall’annuncio di ADL. Ora si accelera per il sostituto

16.06.2018 16:59 di Mirko Calemme Twitter:   articolo letto 70568 volte
ESCLUSIVA – Fabián, Betis sorpreso dall’annuncio di ADL. Ora si accelera per il sostituto

(di Mirko Calemme) - Aurelio De Laurentiis ha, di fatto, ufficializzato l’arrivo in azzurro di Fabián Ruiz. O, almeno, ha reso pubblica, ai microfoni del Corriere dello Sport, l’intenzione da parte del club azzurro di pagare la clausola rescissoria del calciatore, un affare da 30 milioni di euro. Annuncio quasi inatteso, secondo quello che fa sapere il Betis Siviglia: il club iberico, infatti, fino a ieri sera continuava a ribadire l’assenza di un’offerta ufficiale da parte del club azzurro o, almeno, di una comunicazione sull’intenzione di pagare l’importo della clausola rescissoria.

Forse i dirigenti spagnoli non mentono: De Laurentiis ha tentato di negoziare il prezzo del cartellino di Fabián, ma dalle parti di Angel Haro ha trovato sempre un muro: “Trenta milioni cash o non se ne parla”. Così il patron partenopeo ha deciso di superare l’impasse annunciando urbi et orbi la volontà di soddisfare le richieste andaluse. Il Betis doveva immaginare, però, che questo momento prima o poi sarebbe arrivato: il Napoli, infatti, aveva anticipato all’entourage del calciatore che la volontà di portarlo agli ordini di Ancelotti era ferrea e che se le negoziazioni fossero rimaste bloccate, si sarebbe passati al pagamento della clausola.

Un’intenzione trasmessa dagli agenti alla dirigenza verdiblanca che, non a caso, nei giorni scorsi si è cominciata a muovere per cercare un nuovo colpo a centrocampo. L’identikit è quello di Leander Dendoncker, capitano dell’Anderlecht e ai Mondiali con il Belgio di Mertens: nei prossimi giorni, a questo punto, si accelererà per mettere a segno l’operazione, in attesa del cash del Napoli per Fabián. Per vedere il talentuoso centrocampista in azzurro, quindi, manca il suo definitivo sì (che dovrebbe arrivare a breve) e l’accordo tra i club per le modalità di pagamento degli ormai famigerati 30 milioni. A meno di sorprese, l’affare è fatto.