I Foja a TN: "Abbiamo scritto un pezzo dedicato a Sarri. Che emozione la gara a Parigi, sembrava di stare sui Quartieri"

08.11.2018 15:30 di Dario De Martino Twitter:   articolo letto 16664 volte
I Foja a TN: "Abbiamo scritto un pezzo dedicato a Sarri. Che emozione la gara a Parigi, sembrava di stare sui Quartieri"

(di Dario De Martino) Nel prossimo album dei Foja ci sarà un pezzo dedicato a Maurizio Sarri. Si chiamerà "Miracoli&Rivoluzione". Lo rivela il gruppo napoletano in anteprima a Tuttonapoli.net. "Carlo Ancelotti sta riuscendo a dare una quadratura che al Napoli forse mancava, ma dal punto di vista artistico la figura di Maurizio Sarri è più poetica. Il brano dedicato a lui è nato un anno fa. E' stato bellissimo avere in panchina un allenatore tifoso del Napoli, che lancia la sfida ai poteri forti. Ha capito ed ha rappresentato al meglio anche il valore sociale che ha la squadra di calcio per questa città" spiegano Dario Sansone, Ennio Frongillo, Giuliano Falcone, Giovanni Schiattarella e Luigi Scialdone mentre con il loro furgone vanno da Parigi a Bruxelles, nel prosieguo del loro tour internazionale.

"E' un momento importante della nostra carriera, ma arrivato in modo naturale. Abbiamo sempre pensato di girare l'Europa portando la nostra musica in lingua napoletana. La cosa fantastica è che fuori dall'Italia vale doppio essere napoletani e cantare la nostra musica. Quando sentono la nostra lingua in musica, non c'è niente da fare, s'annammorano" dicono del loro tour. Ma l'emozione più grande è quanto incontrano i napoletani che sono all'estero: "Ogni volta incontriamo tantissimi ragazzi della nostra terra ed è emozionante riuscire a farli sentire a casa per una sera. Ed anche noi, con loro, ci siamo sempre sentiti a casa". Quello che riescono a fare i Foja andando in giro per l'Europa lo fa anche il Napoli calcio, ogni volta che scende in campo: "Il calcio per i napoletani rappresenta un momento di riscatto sociale. Noi siamo una squadra combattente che sfida la compagine dei poteri forti con un'intera storia legata alla Fiat, allo sfruttamento del Sud e all'emigrazione. Anche per questo il calcio è capace di creare a Napoli ancora più aggregazione che altrove".

Ed è quello che è successo anche nei giorni scorsi a Parigi. Ieri sera i Foja si sono esibiti nella capitale francese. Sono arrivati all'ombra della Torre Eiffel il giorno prima, il martedì di Napoli-Psg e hanno visto la partita in un Club Napoli Parigi (in basso il video). "Il pareggio è stato più che soddisfacente perchè abbiamo dimostrato che in Europa siamo più che all'altezza. Nei primi 15 minuti della ripresa i parigini non hanno capito più niente, li abbiamo presi a pallonate come si dice a Napoli. Alla fine, però, abbiamo esultato come una vittoria" commentano a proposito della partita. "Pensa che disastro stare a Parigi se il Napoli avesse perso col Psg" aggiungono. D'altronde la passione per l'azzurro è fortissima da parte di tutti i componenti del gruppo: "Proviamo sempre a non avere date dei concerti nei giorni in cui gioca il Napoli. Qualche volte purtroppo è capitato e ci siamo attrezzati per vederla sul palco con un tablet". In quel di Parigi, fortunatamente, è andata diversamente e si sono goduti la partita all'interno del club:

"I ragazzi del club sono stati fantastici. C'era molta tensione perchè nel locale accanto c'erano tantissimi parigini che tifavano per la loro squadra. Da noi sembrava di essere in curva. Abbiamo cantato cori per tutto il corso della partita. Loro avevano cori musicalmente simili ai nostri, ma noi siamo molto più rumorosi. Più che un locale parigino sembrava di stare sui Quartieri o nel Cavone. Poi ieri i ragazzi del club sono venuti al concerto, hanno fatto 'nu burdell e pazz', ci hanno accolto in maniera meravigliosa". Così bravi, raccontano i Foja, da saper accogliere, come i napoletani sanno fare, anche i parigini in quella colonia di napoletani: "Ieri al concerto avevamo con noi sul palco Pauline Croze, una cantautrice parigina con cui abbiamo fatto una collaborazione. I napoletani hanno fatto sentire a casa, cioè a Napoli, un'autrice che era a casa, ma parigina".  

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.