TN - "Sue parole uno sfogo, non c'entra il futuro! Reazione matura, critiche sono un onore", gli ex capitani azzurri su Insigne

11.03.2019 17:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 16597 volte
Fonte: di Fabio Tarantino
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
TN - "Sue parole uno sfogo, non c'entra il futuro! Reazione matura, critiche sono un onore", gli ex capitani azzurri su Insigne

"A Napoli ho sempre ricevuto critiche, io sono questo e finché sarò qui darò il massimo". Testo e musica di Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, pochi minuti dopo il pari col Sassuolo. Uno sfogo successivo al rigore fallito con la Juve e alle tante considerazioni da parte dei tifosi, e non solo, che lo hanno ferito. Giudizi negativi affrettati e superficiali. All'indomani delle sue dichiarazioni, la domanda sorge spontanea: quello di Insigne è stato un semplice momento di rabbia o c'è dell'altro?

L'ex capitano azzurro, Francesco Montervino, minimizza su quanto accaduto: "La sua è stata la normale reazione da parte di un giocatore napoletano costantemente bacchettato dalla gente, spesso anche ingiustamente. Certo, qualche prestazione non è stata delle migliori, ma con la Juve giocò una grande gara - nonostante il rigore - e anche la sfida col Sassuolo l'ha risolta lui. Parliamo di estremizzazione di concetti. Lui, in realtà, ha avuto una reazione anche matura, rispetto ad altre del passato. Ha detto ciò che pensava con grande serenità, non mi è sembrato particolarmente arrabbiato. Comprendo il suo malumore, al massimo dovrà abituarsi alle critiche, soprattutto ora che è il capitano, per gestire i momenti difficili". 

Pensiero simile per Oscar Magoni, capitano del Napoli nella stagione 2001/02, che aggiunge: "Insigne deve sentirsi onorato per queste critiche, vuol dire che i tifosi lo reputano un giocatore importante. Nelle sue parole leggo più amore che rabbia, s'è tratto semplicemente di uno sfogo che non inciderà sul suo futuro. Insigne deve sapere, ma ne è già a conoscenza, che le critiche fanno parte del calcio, ma per i napoletani lui resta un riferimento, un talento e un grande campione, oltre che il capitano. Per questo, da lui, vorrebbero sempre il massimo". 

Un altro ex capitano del Napoli, Gennaro Scarlato, conclude: "La fascia ha un peso, ma i napoletani sono sempre costretti a dare qualcosa in più. Purtroppo si pretende tanto da loro, ma molti non sanno o non si rendono conto che chi gioca nella squadra della propria città dà sempre il massimo, anche più di tanti altri calciatori. Ovviamente non mi riferisco a questa squadra, è una considerazione generale. Futuro? Non credo possa dipendere da qualche fischio o da qualche critica. Personalmente spero che Insigne resti ancora a lungo in azzurro".