Tmw - Dettagli, sfortuna o altro? Napoli, ora l'Europa League sia un'altra storia

L'analisi
25.12.2018 20:45 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 15382 volte
Fonte: Raimondo De Magistris - Tuttomercatoweb
Tmw - Dettagli, sfortuna o altro? Napoli, ora l'Europa League sia un'altra storia

A posteriori, è davvero difficile dire se il momento che ha decretato l'eliminazione del Napoli dalla Champions League sia stato lo 0-0 maturato al Marakana di Belgrado, la prodezza di Di Maria a tempo scaduto di PSG-Napoli o l'intervento miracoloso di Alisson su Milik allo scadere della sfida di Anfield. Dettagli che hanno fatto la differenza, e che non hanno sorriso alla squadra di Ancelotti. Ancora una volta, i partenopei hanno dimostrato di potersela giocare alla pari con squadre che hanno l'ambizione di vincere la coppa. Ma ancora una volta, il Napoli non è riuscito ad andare avanti in una competizione che negli ultimi anni ha visto questa squadra al massimo spingersi fino agli ottavi di finale. Dettagli non favorevoli che, susseguendosi senza sosta negli anni, fanno emergere la forza di questa squadra che ha un potenziale importante, ma non pari a chi punta al successo o al podio.

Discorso diverso per l'Europa League, competizione a cui il Napoli nell'era De Laurentiis ha preso parte sei volte spingendosi solo in una circostanza fino alle semifinali. Subito dopo la sconfitta di Liverpool, l'unica dei partenopei nel girone di Champions, Carlo Ancelotti ha chiesto alla squadra di giocarsi al massimo la seconda competizione continentale perché a suo parere il Napoli ha le potenzialità per dar fastidio alle favorite, cioè Arsenal, Chelsea e Siviglia. Un appello a cui s'è accodata anche la tifoseria prima dell'ultima sfida di campionato contro la SPAL: "17 maggio 1989, cattiveria e mentalità. Rialzate la Coppa Uefa, Riportatela nella nostra città”, il messaggio esposto dalla Curva B in riferimento alla data del trionfo europeo contro lo Stoccarda. L'unico grande sussulto europeo del Napoli.