Turchia, Calhanoglu: “L’Italia ha tanta qualità a partire da Insigne. Noi forti e senza paura"

Hakan Calhanoglu è così presente davanti ai microfoni in rappresentanza della sua Nazionale a -1 dalla gara dell'Olimpico di Roma contro l'Italia.
10.06.2021 20:13 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Turchia, Calhanoglu: “L’Italia ha tanta qualità a partire da Insigne. Noi forti e senza paura"
TuttoNapoli.net
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

E' il numero 10 in scadenza col Milan il giocatore della Turchia ad affiancare il ct Senol Gunes in conferenza stampa. Hakan Calhanoglu è così presente davanti ai microfoni in rappresentanza della sua Nazionale a -1 dalla gara dell'Olimpico di Roma contro l'Italia.

Sull'Europeo: "Sarà una gara speciale per noi. Personalmente è ancora più speciale perché si gioca in Italia. Sono molto contento di poter giocare contro alcuni compagni, abbiamo aspettato a lungo questo momento, abbiamo lavorato sodo e speriamo di poter rappresentare al meglio la Turchia".
Sull'Italia "Non sveleremo mai i nostri segreti e vale anche per loro. Cercheremo di dare il massimo in campo, abbiamo analizzato i loro punti di forza e punti deboli. Hanno ottimi giocatori e un grande allenatore, arrivare qui non è stato facile. La Turchia ha giocatori forte individualmente e anche loro: sarà una bella partita, vorremmo qualificarci vincendo delle partite".

Sulle individualità azzurre: "I miei compagni mi hanno chiesto dei giocatori azzurri. Ci sono ottimi giocatori come Insigne ma anche ottimi difensori. Tutti sanno quanto sia forte l'Italia, non hanno bisogno di presentazioni ma saremo uniti domani in campo, vorremmo vincere la partita".

Sull'Italia: "Sarebbe bello sfidarli ancora in finale. Hanno tanta qualità ma ce l'abbiamo anche noi, abbiamo fatto sforzi per arrivare all'Europeo. Se dovessimo giocare senza paura, potremmo toglierci soddisfazioni facendo punti. Rispetto gli azzurri, so che sono una squadra forte: hanno qualità per, ripeto, abbiamo una squadra giovane e forte, ci prepariamo da tanto tempo per essere qui. Sarà speciale, vogliamo vincere".

Sul futuro: "Ho parlato tre giorni fa con Maldini, mi ha chiamato. Abbiamo parlato del Milan, ho detto che volevo concentrarmi sull'Europeo. La prima responsabilità ce l'hanno loro, con grande rispetto però parlerò sempre con Maldini e Massara".