GRAFICA - Per gli "Expected Goals" ha ragione Ancelotti: per l'avanzata statistica a Firenze c'era un 3-0. In stagione Milik il migliore, Callejon giù

Statistica usata ormai dai più grandi allenatori, citata in alcuni post-partita da tecnici come Wenger, Tuchel, Mourinho per spiegare momenti con difficoltà realizzativa
12.02.2019 17:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
GRAFICA - Per gli "Expected Goals" ha ragione Ancelotti: per l'avanzata statistica a Firenze c'era un 3-0. In stagione Milik il migliore, Callejon giù

di Antonio Gaito - 'E' mancato solo il gol, siamo arrivati 4 volte davanti al portiere', ha detto Ancelotti ed anche per l'avanzatissima statistica dell'Expected Goals la gara con la Fiorentina doveva terminare 'almeno' 3-0 per il Napoli, risultato citato da molti in questi giorni per evidenziare le tante palle gol sprecate dagli azzurri.

Statistica usata ormai dai più grandi allenatori, citata in alcuni post-partita da tecnici come Wenger, Tuchel, Mourinho per spiegare momenti con difficoltà realizzative nonostante le tante palle gol create, gli Expected Goals (xG) misurano la 'qualità' di un'occasione da gol. Sono una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato, in una scala da 0 a 1, frutto dell'analisi di oltre 300.000 tiri effettuati ed in continuo aggiornamento, in modo da calcolare la probabilità che un determinato tiro, da una determinata posizione, in un determinato momento della partita, che arriva al giocatore in un determinato modo, possa terminare in rete oppure no. Ogni tiro ha così un suo valore di "Expected Goal" (xG), di fatto la percentuale che ha quel tiro di diventare goal. Ed il Napoli contro la Fiorentina ha raggiunto un dato altissimo, 3.00 che di solito porta ad almeno 3 reti, che è anche il dato del campionato che più si allontana dal risultato finale della gara mentre i viola non hanno avuto occasioni tali da far pensare ad un gol sprecato. Di Mertens il dato maggiormente negativo che per il rilevamento avrebbe dovuto segnare almeno 1,03 reti ed a seguire Milik e Insigne.

Nella tabella invece c'è il dato su tutto il campionato: il miglior valore è di Milik che ha realizzato 12 gol ma accumulando occasioni per 9,08 (quindi facendo meglio delle occasioni avute) mentre il peggiore dato è di Callejon che ha segnato 1 gol con occasioni almeno per 3,67 gol. Insigne e Mertens sono sostanzialmente in equilibrio con il napoletano che nell'ultimo periodo ha sprecato occasioni importanti, perdendo gli ottimi dati di inizio stagione in cui concretizzava in gol anche occasioni poco pericolose.

Di seguito la grafica con in giallo le occasioni non concretizzate dal Napoli (i cerchi più grandi hanno un coefficiente di pericolosità più alto) mentre in azzurro le occasioni 'poco pericolose' della Fiorentina.