Tmw - Le pagelle del Genoa - Hiljemark si perde Fabiàn, Koulibaly incollato a Piatek

Le pagelle del Genoa
11.11.2018 00:12 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 19788 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Tmw - Le pagelle del Genoa - Hiljemark si perde Fabiàn, Koulibaly incollato a Piatek

Radu 6 - Miracoloso sulla conclusione ravvicinata di Milik, non può nulla sui due gol del Napoli.

Biraschi 6 - L'Insigne attuale è un cliente pericoloso per qualsiasi difensore, ma il centrale fa buona guardia. Sfortunato nell'occasione dell'autogol decisivo.

Romero 6 - Milik gli sfugge solo una volta, per sua fortuna è bravissimo Radu. Comunque la sua miglior prestazione finora

Criscito 6,5 - Fondamentale nelle letture difensive, mette la sua esperienza a disposizione della squadra e controlla bene i movimenti di Callejon. Nel finale si innervosisce per alcune decisioni arbitrali.

Romulo 6,5 - Uno dei migliori in campo. Difende con ordine e arriva spesso sul fondo, come in occasione del cross sfruttato da Kouamé per il gol dell'1-0. (Dal 90' Pandev s.v.).

Bessa 6 - Si vede poco, ma il suo è un lavoro oscuro e molto utile alla squadra di Juric. Cala un po' nel finale anche a causa del terreno pesante.

Veloso 6 - Ordinato, bada più alla fase difensiva e a chiudere le linee di passaggio. Ha ancora poca autonomia, esce in debito d'ossigeno. (Dal 58' Omeonga 6 - Entra nel momento più complicato, ma contiene bene le poche sortite offensive della squadra ospite).

Hiljemark 5,5 - Prova a dare qualità alla manovra, soprattutto nelle ripartenze. Si perde Fabian Ruiz nell'azione del pareggio ospite. (Dal 78' Mazzitelli s.v.).

Lazovic 6,5 - Quando accelera fa male alla difesa del Napoli. Hysaj fa fatica a contenerlo e deve dar sfoggio a tutta la sua fisicità per fermarlo.

Kouamé 7 - Pressa, corre, segna. È l'attaccante che ogni allenatore vorrebbe e a 21 anni sta dimostrando di meritare la chance che gli ha concesso il Genoa. Sblocca il match dopo 20' con un bel colpo di testa.

Piatek 5 - Koulibaly si incolla addosso al capocannoniere del campionato e gli concede solo qualche tiro da fuori. Si mette a disposizione della squadra e fa tanto movimento.