Giove Pluvio risveglia il Napoli, vinta gara pesantissima e non solo per il campo. Fabian fa il Franco Porzio e cambia il volto della gara

10.11.2018 23:02 di Francesco Molaro Twitter:   articolo letto 17349 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Giove Pluvio risveglia il Napoli, vinta gara pesantissima e non solo per il campo. Fabian fa il Franco Porzio e cambia il volto della gara

Una vittoria pesante quanto il terreno di Marassi, una vittoria dedicata a Giove Pluvio che cambia il brutto primo tempo del Napoli, una vittoria che riesce a ridare il sorriso dopo che avevamo anche pensato al peggio e alla sospensione. Napoli a due facce, Napoli bello a metà ma fortunatamente vincente. Un Napoli che aveva bisogno dei fratelli Porzio e di carlo Silipo per vincerla. 

Ma facciamo un passo indietro Ancora un primo tempo strano, ancora un primo tempo scollegati, ancora un primo tempo con poca concentrazione. Un primo tempo dove il Napoli ci prova anche ma senza grandi successi. Il Genoa ci crede, prova a dare continuità alla pressione esercitata in fase offensiva e con grande intensità mette in difficoltà la difesa del Napoli che subisce il gol di Kouame che di testa batte Ospiuna. Il Napoli prova a reagire ma è sterile la reazione, è sterile la manovra, sterili anche le conclusioni verso la porta che sortiscono solo qualche corner e poco altro con Milik che sotto porta spara su Radu.

Il secondo tempo è tutto da raccontare, pazzesco e bello per il finale. Succede tutto e col contrario di tutto. Ancelotti boccia i polacchi. Milik e  Zielinski fuori subito dentro Mertens ispirato sempre e Fabian un vero leone. Ma a farla da padrone nella ripresa è Giove Pluvio che prima scatena l’impossibile su Marassi, poi si ferma all’improvviso e lascia al Napoli di ribaltare e vincere la gara. Una partita al limite del regolare diventa gioia per gli azzurri che prima pareggiano grazie a Fabian con un piazzato preciso e poi la vincono nel finale su una punizione velenosa di Insigne che viene messa in rete un po’ da Albiol un po’ da Biraghi. Anche noi restiamo increduli perché una partita cosi poteva finire in qualsiasi modo, ma è una vittoria pesantissima tanto quanto il terreno di gioco. Una vittoria voluta col carattere e con la forza, di giocatori che ci mettono l’anima come Fabian e Allan, come Mertens e Malcuit. Bene cosi godiamocela, ma dovremo aprire un dibattito sul primo tempo degli azzurri che ancora una volta entra male in campo, svogliato e poco lucido, poi reagisce ma perché regalare un tempo agli avversari? Domande che aspettano risposte.