Napoli a due facce. Banti scientifico, Ancelotti si faccia sentire

29.09.2018 20:04 di Francesco Molaro Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Napoli a due facce. Banti scientifico, Ancelotti si faccia sentire

C’è poco da fare se l’atteggiamento è questo e gli arbitri permettono di poter fare tutto diventa difficile giocare. Un Napoli a due facce, bello ma poi timoroso, la Juve invece pur partendo male esce alla lunga e poi la vince con i suoi campioni. Una partita dai due volti, un primo tempo a due fasi con il Napoli subito in palla e con la mentalità giusta. Il gol è il coronamento di un inizio gara splendido e che diventa fantastico con la giocata di Allan che serve Callejon che in maniera intelligente serve Mertens che insacca. Uno a zero e sembra un sogno. A svegliarci ci pensa il Napoli stesso che sparisce dal campo, inizia a sbagliare tanto dando campo e fiducia alla Juve che macina gioco. Il Napoli perde i contrasti e anche il possesso del centrocampo, le giocate diventano affannose e la Juve lo capisce. Il gol è nell’area e arriva ben presto. Ronaldo supera Hysaj ed è tutto facile per Mandzukic che batte Ospina. Il Napoli sembra alle corde Hamsik, Mario Rui e Zielinski sembrano assenti e il centrocampo della Juve ci surclassa. Il tempo passa e la Juve continua a spingere solo il finale di tempo evita che la situazioni peggiori. La ripresa è subito in salita compi la Juve che passa. Giocata ancora di Ronaldo che prende il palo e la palla finisce ancora a Mandzukic che solo soletto insacca. Napoli sotto e senza idee. A rompere ancora gli equilibri già precario l’espulsione di Mario cui. Assurda diciamolo subito con un Banti forse chiamato dal var. In dieci Ancelotti mette Malcuit e Milik escludendo Mertens. La gara diventa difficilissima e Ancelotti prova Fabian. Il Napoli anche in 10 ci prova e Callejon ha la palla giusta ma in posizione perfetta la tira centrale senza quella giusta cattiveria. Qui finisce la gara perché puoi arriva anche il terzo gol: tutto facile per Bonucci che su corner insacca sotto porta. Il finale è accademia. Il Napoli con l’uomo in meno può veramente poco e la gara scivola via tra Ronaldo mai ammonito e per un Banti che sorvola su tutto nello schifo generale dei cori dello stadium. Tutto scritto, tutto troppo scontato. Il Napoli ci ha provato per troppo poco tempo e quando doveva ammazzare la gara ha avuto il braccino corto. Ancelotti dovrà la lavorare tanto e dovrà soprattutto pensare di accantonare certi uomini che forse ora non sono al meglio. Il finale per Banti: scientifico come ci aspettavamo. Vergognoso nella gestione dei cartellini e sempre permissivo con i bianconeri. Ci auguriamo solo che Ancelotti si faccia sentire, perché solo il suo carisma internazionale può valere contro tutto questo.