Un Napoli 2 che vince e convince. Che bello aver ritrovato Ghoulam, e giocano anche Meret e Younes

08.12.2018 17:00 di Francesco Molaro Twitter:   articolo letto 11379 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Un Napoli 2 che vince e convince. Che bello aver ritrovato Ghoulam, e giocano anche Meret e Younes

Un buon allenamento in vista della super sfida con Liverpool, una vittoria netta e finalmente senza soffrire più di tanto. Lontani i fantasmi della gara col Chievo e grazie a due gol per tempo il Napoli archivia la pratica e soprattutto ritrova Ghoulam e si vede subito, anche contro un Frosinone che oppone poca resistenza. Una vittoria importante che “dona” ai tifosi il Napoli 2, una seconda squadra che finalmente vince e convince.

E’ il Napoli più sperimentale dell’anno con tante belle novità. Meret e Luperto in difesa erano annunciati ma la grande sorpresa è Ghoulam. Il terzino algerino è la novità più bella dopo oltre un anno di inattività. A centrocampo gioca Zielinski e in attacco Ounas e Milik. Un Napoli sperimentale ma concentrato. Il Frosinone è poca cosa e lo si vede ben presto. I ragazzi di Longo ci provano anche ma il divario tecnico è netto. Il gol arriva ben presto e la giocata finale di Zielinski che indovina l’angolo alla sinistra di Sportiello. Il vantaggio frena l’impeto azzurri ma fortunatamente prima del termine del primo tempo il Napoli raddoppia. Ci pensa Ounas, giocata rapida ben servito da Koulibaly e sinistro secco nell’angolino alto. Due a zero e partita in ghiaccio. Nella ripresa il Napoli continua spingere e Ghoulam potrebbe brindare due volte, infatti il franco algerino va a vicinissimo al gol. Gol che arriva al 69’ con Milik. L’attaccante servito da un corner bello di Ghoulam infila la terza rete. Al 72’ l’ennesimo miracolo, sarà il giorno che aiuta, entra anche Younes, Amin sulla maglia, ed è esordio assoluto in A.  Il finale è accademia, gli azzurri sanno che devono gestire le forze. Entrano Rog e Diawara e il Frosinone prova a reagire anche con Ciano e Maiello ma è il duo Ghoulam Milk a confezionare il 4-0, con il polacco che quasi non ci crede ma intanto non era fuorigioco e insacca incredulo. Missione compiuta e ora tutti a Liverpool per scrivere un altro pezzo di storia.