Dalla febbre di Perin ai tamponi di ieri mattina: così si è scoperto il cluster di casa Genoa

L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ripercorre le ultime ore di casa Genoa, quelle che hanno portato all'individuazione dei 14 casi
29.09.2020 15:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Dalla febbre di Perin ai tamponi di ieri mattina: così si è scoperto il cluster di casa Genoa

L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ripercorre le ultime ore di casa Genoa, quelle che hanno portato all'individuazione dei 14 casi di positività nel gruppo squadra. Venerdì scorso Mattia Perin aveva saltato l'allenamento per qualche linea di febbre e sabato mattina non si era presentato alla rifinitura in attesa del responso del tampone (poi risultato positivo). A quel punto, per precauzione, si è deciso di rimandare la partenza per Napoli al giorno seguente e i giocatori sono rimasti in ritiro con sistemazione in camere singole. Sabato sera è poi arrivato l'esito dei tamponi al gruppo squadra, tutti negativi. A quello successivo, effettuato alle 1 di notte fra sabato e domenica, era risultato positivo Lasse Schone, rimasto a Genova insieme a Perin.

La scoperta del cluster - Il Genoa è rientrato in città domenica sera in aereo, i giocatori si sono poi ritrovati ieri mattina al centro sportivo. Lì è stato effettuato il nuovo giro di tamponi che ha dato l'esito choc: altri 12 membri del gruppo squadra positivi al Covid-19.