In Serie A si prepara il valzer degli allenatori: cambiano Verona, Udinese e non solo

In settimana ci sarà un summit in casa Bologna per decidere se andare avanti o meno con Sinisa Mihajlovic.
23.05.2022 14:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb.com
In Serie A si prepara il valzer degli allenatori: cambiano Verona, Udinese e non solo
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

In Serie A per la stagione 2022/23 potrebbe partire un valzer degli allenatori. Un po' a sorpresa dopo la lettera di Fabio Pecchia che ha salutato Cremona, più di una squadra sta valutando il cambio di tecnico. Partiamo proprio dai grigiorossi. Il sogno (quasi) impossibile è Gennaro Gattuso, contatti approfonditi con Filippo Inzaghi, ma un'altra pista porta a Massimiliano Alvini del Perugia. Cambierà lo Spezia: via Thiago Motta (il suo nome è anche in orbita PSG), in arrivo uno tra Luca Gotti e Andrea Pirlo.

Cosa farà il Bologna con Mihajlovic?
In settimana ci sarà un summit in casa Bologna per decidere se andare avanti o meno con Sinisa Mihajlovic. Se il tecnico serbo andrà via a un anno dalla scadenza del contratto, occhio a Igor Tudor (l'altro nome è De Zerbi) per la sostituzione. L'avventura all'Hellas del manager croato sembra al capolinea: il presidente Setti lo sa bene e per questo ha avviato i contatti con Gabriele Cioffi, reduce dall'ottima avventura all'Udinese. E al club friulano? Piace Paolo Zanetti, già trattato la scorsa primavera prima del rinnovo col Venezia. A proposito degli arancioneroverdi: ripartiranno da Giovanni Savarese, manager venezuelano dei Portland Timbers.

Altre sorprese?
L'unico altro dubbio è legato alla panchina dell'Empoli. Ci sarà un summit nei prossimi giorni per definire la posizione di Aurelio Andreazzoli. La volontà della società toscana è quella di andare avanti con l'attuale allenatore, ma se non ci sarà condivisione del progetto ecco che anche l'Empoli potrebbe entrare nel valzer. Sparigliando le carte, proprio come ha fatto Fabio Pecchia che ha lasciato Cremona per ripartire - molto probabilmente - da Parma.