Lazio, Sarri ammette: "Eravamo 0-1 immeritatamente, per la Champions ora è dura"

Al termine del match perso contro la Fiorentina, il tecnico della Lazio Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Sky Sport
27.02.2024 10:20 di Davide Baratto Twitter:    vedi letture
Lazio, Sarri ammette: "Eravamo 0-1 immeritatamente, per la Champions ora è dura"
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Al termine del match perso contro la Fiorentina, il tecnico della Lazio Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Sky Sport: "La squadra non ha reagito a un vantaggio immeritato e neanche al rigore sbagliato. Stesso discorso in occasione dello svantaggio, è stata piatta tutta la partita a livello mentale. La squadra ha anche qualche attenuante, tre giocatori sono scesi in campo con sintomi influenzali, altri con un allenamento in un mese, altri tre giocatori hanno bisogno di tirare il fiato. Il rischio c’era ma stasera è stato un po’ troppo accentuato il calo. A questo punto mi viene il dubbio se abbiamo la strutta materiale e mentale per fare tre-quattro competizioni".

La Champions?
"Siamo in una posizione difficilissima, questo è abbastanza evidente. Il motivo per cui chiedo alla squadra di concentrarsi gara dopo gara è proprio questo anche se questo stillicidio di gare continuerà ancora per un po'. Speriamo di poter far tirare il fiato a qualcuno e di tornare in condizioni fisiche e mentali migliori".

Problemi offensivi.
"In questa stagione abbiamo fatto lunghi tratti con qualche problema offensivo abbastanza palese e ribaltare i risultati diventa una storia un po’ più difficile. In questo momento segniamo un po’ di più ma stiamo perdendo un po’ di solidità, vediamo se è un discorso di tante energie spese o meno".

La sfida con la Fiorentina.
"Questa sera non ci abbiamo neanche mai provato a impensierirli, siamo stati una via di mezzo per tutta la gara. Ho parlato chiaramente con la squadra alla fine del primo tempo dicendo che con quell’atteggiamento il risultato non si poteva portare a casa. C’era stata concessa un’occasione fortunata per portare a casa dei punti ma non l’abbiamo sfruttata".

Recuperi?
"Non lo so, spero che Vecino e Zaccagni siano recuperati, Rovella e Patric non lo so, in questo momento non ci sono grandi previsioni".