Udinese, Cioffi sul rigore all'Inter: "Per i ragazzi non c'era, ci ha spento il cervello"

Gabriele Cioffi, allenatore dell'Udinese, dopo la sconfitta sul campo dell'Inter è intervenuto al microfono di DAZN
09.12.2023 23:21 di Redazione Tutto Napoli.net Twitter:    vedi letture
Udinese, Cioffi sul rigore all'Inter: "Per i ragazzi non c'era, ci ha spento il cervello"
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Gabriele Cioffi, allenatore dell'Udinese, dopo la sconfitta sul campo dell'Inter è intervenuto al microfono di DAZN: "Nel calcio si sbaglia, non c'è rammarico per quell'occasione di Pereyra. La speranza era di crearne altre, poche ma buone. La mia scelta è stata di aspettare l'Inter bassa, togliendo profondità agli attaccanti e tappando le ali a Barella che è un calciatore che temevo molto per le nostre caratteristiche. Sapevo che i terzi loro avrebbero invaso tanto il campo, che ci avrebbero creato problemi, quindi mi aspettavo una partita di resilienza difensiva, aspettando qualche occasione in ripartenza che di solito l'Inter concede. Il rigore ci ha spento il cervello ed è questo che non deve accadere, perché 1-0 a San Siro tutta questa vergogna non c'è e chissà che poi il dio del calcio ti porti a fare un pareggio. Se guardi il terzo gol è un gol preso come non dovevamo, non dovevamo andarla a prendere. L'Inter ha fatto passare brutti momenti a una grande squadra come il Napoli proprio in situazioni come questa. Abbiamo staccato dopo il gol su rigore che per loro (i calciatori, ndr) era dubbio dal campo, io invece non commento".

A volte l'istinto dei giocatori deve venir fuori, andando anche fuori da ciò che le dice? "Bisogna fare una distinzione tra una zona d'aggressione che io voglio e una marcatura individuale. In passato abbiamo fatto degli errori di individuo, con i giovani, quelli meno esperti. Noi siamo una squadra che deve leggere i momenti da squadra".