Bariti, da “emarginato” a esordiente in A: Benitez crede in lui

Quando l’allenatore del Napoli Rafa Benitez dice di voler utilizzare tutti i giocatori della rosa fa sul serio: con lui nessuno si sente escluso
08.10.2013 14:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 20139 volte
Fonte: di Giovanni Scotto per il Roma
© foto di Marco Rossi/Tuttocesena.it
Bariti, da “emarginato” a esordiente in A: Benitez crede in lui

Alzi la mano chi aveva previsto di vedere Davide Bariti in campo col Napoli. Probabilmente nessuno, in quanto il giovane ex Avellino, che non ha trovato squadra durante l’ultima sessione di mercato, è rimasto sì nel Napoli ma con una prospettiva di restare ai margini. E invece oltre a lavorare normalmente nel gruppo, l’esterno sinistro si è guadagnato due convocazioni, e domenica contro il Livorno anche l’esordio ufficiale in Serie A, tra lo stupore di tutti. E pensare che c’era anche qualcuno che nemmeno si ricordava di lui: Bariti chi? Quando l’allenatore del Napoli Rafa Benitez dice di voler utilizzare tutti i giocatori della rosa fa sul serio: con lui nessuno si sente escluso. Anche un calciatore teoricamente ai margini come Davide Bariti è riuscito a esordire con la maglia azzurra, festeggiando il debutto in Serie A. «Ho fatto esordire Bariti perché è un calciatore valido, veloce e che può dare vivacità a centrocampo», ha detto l’allenatore a Calciomercato. com nel post partita. «È giusto sfruttare tutti i giocatori, nessuno escluso», ha ribadito Benitez. È vero che lo spagnolo vede l’ex Avellino come centrocampista offensivo e non come laterale (del resto non ha le caratteristiche del terzino) ma di certo vederlo in campo è stata una piacevole sorpresa, anche se l’obiettivo del 22enne è mettersi in vetrina per poi trovare un acquirente nel prossimo mercato invernale. E anche Bariti spera di poter far parte di questo Napoli, dopo che in estate il d.s. Riccardo Bigon non riuscì a piazzarlo nonostante l’ottima stagione all’Avellino in Prima Divisione.