Chiriches, la spalla è ancora un limite: tante volte il rumeno s'è arreso ad un problema cronico

Vlad Chiriches non è mai stato continuo per scelta tecnica e per motivi fisici
24.04.2019 14:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Roma
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Chiriches, la spalla è ancora un limite: tante volte il rumeno s'è arreso ad un problema cronico

Vlad Chiriches non è mai stato continuo per scelta tecnica e per motivi fisici. Sarri lo considerava la prima alternativa ai due centrali, un difensore di sicuro valore in grado di non far rimpiangere, per qualche partita, uno tra Albiol e Koulibaly. Ecco perché ha sempre giocato poco, una volta ogni tanto, per poi riaccomodarsi in panchina in attesa della prossima occasione. Destino simile, in teoria, con Ancelotti. In pratica, l'allenatore lo ha perso subito dopo l'infortunio con la Nazionale, la rottura del crociato e la conseguente operazione. Ora che sembrava rientrato, il nuovo stop: contro l'Atalanta, dopo uno scontro di gioco con Zapata, il difensore rumeno è stato costretto ad uscire dal terreno di gioco per il solito problema alla spalla sinistra, quello che lo tormenta da tanto, troppo tempo. Un vero e proprio limite che, in questi anni, ha impedito a Chiriches - oltre le gerarchie e le scelte tecniche - d'imporsi con la maglia del Napoli. Nessuno ha mai messo in dubbio le sue qualità, ma gli aspetti fisici hanno inciso sul suo rendimento e sulla sua avventura che dura ormai dall'estate del 2015.

NUOVO STOP. Chiriches era stato premiato già giovedì scorso, contro l'Arsenal, con la maglia da titolare. Il difensore ex Tottenham si affiancò a Koulibaly e a Maksimovic formando la "difesa Champions" che aveva fatto benissimo nella prima parte di stagione contro la forza offensiva di Liverpool e Paris Saint-Germain. Ancelotti lo ha confermato anche lunedì ma, dopo pochi minuti, è stato costretto al cambio. Al posto di Chiriches, sofferente alla spalla sinistra dopo un contrasto duro con Zapata, è entrato Luperto, che s'è ben disimpegnato sfruttando soprattutto la sua qualità nell'anticipo. E Chiriches? È uscito dal campo sofferente, come troppe volte in quest'ultimo periodo. Era successo già a Salisburgo, nel finale, ma per motivi differenti. La spalla da un po' non gli provocava problemi ma il fastidio è di vecchia data. 

RECUPERO. Non sono ancora noti i tempi di recupero ma è chiaro che, ancora una volta, Chiriches dovrà fare i conti con la sfortuna o, semplicemente, con un problema che andrà risolto una volta per tutte. In totale, da quando è in azzurro, Chiriches ha raccolto 47 presenze in quattro stagioni, la media - elementare - è di dodici partite all'anno. Poche per diversi motivi: la folta concorrenza e quei problemi fisici che lo tormentano da troppo tempo. Anche ora.