Fedele su Il Roma: "Mai visto uno spettacolo così indecoroso, la frattura è insanabile!"

Meno male che arriva la sosta che dovrebbe dare il tempo al presidente per trovare la soluzione migliore per riattaccare tutti i pezzi rotti
10.11.2019 17:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: Enrico Fedele per Il Roma
Fedele su Il Roma: "Mai visto uno spettacolo così indecoroso, la frattura è insanabile!"

In oltre cinquant’anni vissuti nel mondo del calcio, non mi era mai capitato di assistere all’indecoroso spettacolo che hanno mandato in scena nella settimana che ha preceduto la umiliante partita di ieri sera al San Paolo De Laurentiis e i suoi dipendenti. Mi è sembrato di rivedere una versione in azzurro dei “Promessi Sposi” di manzoniana memoria. De Laurentiis nelle vesti di Don Rodrigo, l’intoccabile, l’arrogante che tutto può e tutto gli spetta, ogni sua parola è l’unica verità; Ancelotti da fra Cristoforo, apparentemente coraggioso, trasformato in Don Abbondio, timoroso e ossequioso verso il potente. E i bravi? Ovviamente tutta la banda azzurra, gli intoccabili che possono disubbidire e imporre il loro potere. Le vittime? I poveri tifosi costretti ad archiviare con sei mesi d’anticipo una stagione che sognavano ricca di successi. Insomma i “Promessi Sposi”, ovvero i “Promessi Azzurri”. Mi son lasciato andare a questa reminiscenza scolastica per far capire che quello che abbiamo registrato nel corso della settimana è qualcosa di irreale che nulla ha a che vedere con il calcio. Se poi ci aggiungiamo il tentato furto in casa Allan, il quadro è completo con la logica conseguenza del pareggio con il Genoa a conferma che il giocattolo si è rotto. Si è palesemente visto che è una squadra alla deriva sia sul piano mentale che fisico. E se Koulibaly non avesse fatto il miracolo nel finale ora staremmo parlando di un’altra sconfitta casalinga. È stata una farsa l’abbraccio iniziale in mezzo al campo dei giocatori per far credere che il gruppo è compatto. Purtroppo c’è una frattura attualmente insanabile tra società, allenatore e squadra. E prendere oggi una decisione drastica è già tardi. Andava fatta, a mio modesto avviso, martedì sera subito dopo il pareggio con il Salisburgo. Meno male che arriva la sosta che dovrebbe dare il tempo al presidente per trovare la soluzione migliore per riattaccare tutti i pezzi rotti del giocattolo e tentare di andare avanti in Champions e di riagganciare la zona Europa. Altrimenti assisteremo a un futuro a dir poco nero, certamente il più nero della lunga gestione De Laurentiis.