Gazzetta - Ancelotti pensa al 4-2-3-1 ma c'è il dubbio Insigne e Fabian rischia la panchina

Le ultime sulla formazione di Carlo Ancelotti in vista della super-sfida di giovedì al San Paolo contro l'Arsenal in cui si dovrà tentare la 'remuntada'
16.04.2019 08:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gazzetta - Ancelotti pensa al 4-2-3-1 ma c'è il dubbio Insigne e Fabian rischia la panchina

"Assalto Napoli. Tutti dentro per ribaltare l'Arsenal". Così titola, nelle sue pagine interne, l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport. "Ancelotti nel match di giovedì è orientato a schierare il 4-2-3-1: alle spalle di Milik spazio a Mertens e Insigne. Più Callejon" scrive la rosea. 

DUBBIO INSIGNE. 
Dopo la sconfitta per 2-0 in terra inglese, il Napoli deve rimontare: segnarne almeno due senza prenderne per andare ai supplementari. Per questo vuole puntare su una gara a vocazione offensiva riproponendo lo schieramento utilizzato contro il Chievo con tutte le bocche di fuoco dell'attacco schierate contemporaneamente. Il punti di riferimento offensivo sarà sicuramente Arek Milik che sfiderà la fisicità della difesa dell'Arsenal e proverà a sfruttare i tanti cross che sono arrivati anche nella gara d'andata ma senza nessuna punta pronti a sfruttarli. Alle sue spalle Callejon, Mertens e Insigne. Il vero enigma è proprio il capitano, secondo la rosea. Ancelotti sta cercando di riportarlo alla forma migliore dopo l'infortunio muscolare rimediato contro il Salisburgo, ma anche domenica contro il Chievo non è apparso particolarmente brillante. 

FABIAN FUORI?
La scelta del 4-2-3-1 comporterebbe un'esclusione eccellente a centrocampo. Stando alla Gazzetta, Ancelotti potrebbe rinunciare al dinamismo e alla tecnica di Fabian Ruiz, privilegiando l’interdizione di Allan e l’irruenza di Zielinski, abile come lo spagnolo, sia nella conclusione dalla distanza sia nell’inserirsi negli spazi. Inoltre Fabian a Londra e Verona non ha offerto buone prestazioni: è "apparso lento e impreciso nella manovra", scrive la Gazzetta.