Gazzetta - Introiti Champions: per la Juve 450mln in 5 anni, 94 nell'ultima. La metà per il Napoli

L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, analizzando la Champions League al via, ne sottolinea i benefici economici dal punto di vista degli incassi e non solo.
17.09.2019 15:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Imago/Image Sport
Gazzetta - Introiti Champions: per la Juve 450mln in 5 anni, 94 nell'ultima. La metà per il Napoli

L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, analizzando la Champions League al via, ne sottolinea i benefici economici dal punto di vista degli incassi e non solo. Giocare la Champions - infatti - porta introiti assolutamente irrinunciabili per i club. La Juventus - si legge - si è messa in tasca 450 milioni di euro nel quinquennio di Allegri e a fronte dell’amara eliminazione con l’Ajax nei quarti di finale l’ultima edizione della Champions ha portato 94 milioni alla società di Andrea Agnelli. Il risultato è straordinario e allarga inevitabilmente la forbice finanziaria con le altre italiane. 

Basta partecipare - Nella scorsa stagione non è andata male neanche alle altre italiane. La Roma ha incassato 57 milioni, il Napoli sulla cinquantina e l’Inter poco meno. Partecipare alla Champions vuol dire quasi vincere, insomma esserci è quello che conta. Nel triennio che finisce nel 2021 il montepremi annuo distribuito alle 32 squadre è stato di 1,95 miliardi. Di solito chi vince mette in tasca circa 100 milioni, ma come abbiamo visto la Juventus eliminata nei quarti ci è andata vicino (95).

Il sogno Atalanta - La grande novità di quest’anno è la prima partecipazione della squadra bergamasca. Tra fisso di partecipazione, ranking storico e un minimo di market pool la squadra di Gasp ha 23 milioni di minimo garantito. La Juve parte da una base di 60, Inter e Napoli più o meno da 40. Non ci vuole molto a capire quanto sia importante il quarto posto nel nostro campionato di serie A per accedere alla Champions.