Gazzetta: "Sarri parla con gli Dei del calcio, Allegri con i parroci ma alla fine vince"

Così la rosea
16.04.2018 10:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 13660 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gazzetta: "Sarri parla con gli Dei del calcio, Allegri con i parroci ma alla fine vince"

"Allegri si conferma un bravissimo decifratore di match in corso d’opera". Così scrive La Gazzetta dello Sport che mette a confronto il tecnico bianconero con Sarri: "Non ha azzeccato la scelta di cominciare con Matuidi in fascia, ma, nel momento in cui è stato obbligato a correggersi per l’infortunio di Pjanic, ha avuto l’intuizione di sostituire il bosniaco con Douglas e non con Bentancur. Va riconosciuto che se Pjanic non si fosse infortunato, Allegri nella ripresa con ogni probabilità avrebbe approntato lo stesso l’innesto di Douglas. Sarri è più bravo di Allegri a trasmettere un gioco forte alle sue squadre, ma Allegri è più abile di Sarri nella lettura degli incontri. Questo è un rilevante punto di diversità. Parafrasando un aforisma di Indro Montanelli su De Gasperi e Andreotti: Sarri cerca di dialogare con gli dei del calcio, ammesso che esistano; Allegri più prosaicamente parla coi parroci e spesso vince le elezioni nazionali".