Il leader calmo nato con gli insegnamenti di Liedholm: "I tifosi della Lazio ci ammazzarono di botte, ricordo ancora la sua reazione..."

Il racconto di Ancelotti
06.12.2018 10:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 14370 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il leader calmo nato con gli insegnamenti di Liedholm: "I tifosi della Lazio ci ammazzarono di botte, ricordo ancora la sua reazione..."

"Leader calmo". Così lo hanno definito in tanti. Carlo Ancelotti, nella sua intervista alla Gazzetta dello Sport, spiega come questo carattere derivi anche dagli insegnamenti del suo primo tecnico Liedholm, e lo fa con un aneddoto: "Il mio primo allenatore è stato Liedholm, tutto l’opposto dello stress. Una volta al Flaminio i tifosi della Lazio ci hanno ammazzato di botte, ci tiravano le pigne sul pullman. Noi eravamo per terra sanguinanti, lui è salito sul pullman e ha detto: “Ragazzi tutto bene? Cosa succede?”. Io da lui ho imparato uno dei sentimenti più difficili da conoscere e conservare, la serenità". 

Clicca qui per l'intervista integrale