Il Roma frena: "Insigne non ha chiesto la cessione e non si sente sicuro di andare all'estero per la lingua"

Un giorno sarebbe bello capire cosa ha fatto Lorenzo Insigne per diventare antipatico a così tanti tifosi del Napoli: lo scrive il Roma
24.04.2019 11:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il Roma frena: "Insigne non ha chiesto la cessione e non si sente sicuro di andare all'estero per la lingua"

L'edizione odierna del Roma chiarisce la questione Lorenzo Insigne con nuovi e interessanti dettagli relativi al suo futuro: "Mai chiesta la cessione, mai espresso disappunto e voglia di andare via. Dalla sua bocca non sono mai uscite parole del genere, neanche verso amici e conoscenti. Però tutti sanno che il suo nuovo procuratore è Mino Raiola, uno che nel trasferimento di calciatori è un maestro. Il nuovo agente di Insigne (che non ha ancora acquisito ufficialmente l’incarico) ha promesso al giocatore che esplorerà ogni prospettiva di fare un salto di qualità. Un cambiamento che a prescindere da qualche problematica ambientale Insigne avrebbe considerato, in ogni caso. A 27 anni è spesso finito nella rete di osservatori di grandi club europei. Insigne sarebbe onorato di ricevere una proposta, e vorrebbe valutarla. C’è da parlare col Napoli, è chiaro: ma Raiola sa come stuzzicare De Laurentiis. Insigne non si sente sicurissimo di andare all’estero: la lingua e l’ambientamento sarebbero un freno. Forse per questo giungono voci da Milano di un Raiola impegnato a esplorare soluzioni con l’Inter e col Milan, anche se le notizie di scambi con Suso e addirittura Icardi non trovano riscontri. Non è da escludere un’altra pista italiana, Juventus esclusa, ma oltre la Roma non ci sarebbero altri club in grado di offrire ingaggi all’altezza di quello attuale dell’attaccante. Quindi l’estero può essere una soluzione in un certo senso forzata: magari una capitale europea, raggiungibile da Napoli con un volo diretto per mantenere il contatto con la famiglia. Dove, se e quando nessuno lo sa. Ma Raiola fa il suo lavoro: cerca offerte. La Spagna o la Premier sembrano terreni più interessanti su cui muoversi. Difficile la Francia e la Germania. Insigne aspetta, ma restare a Napoli non sarebbe un problema. Anzi".