Koulibaly titolare, riabbraccerà il San Paolo in attesa del ricorso: la squalifica può essere ridotta

Lo scrive Il Roma
12.01.2019 15:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Fabio Tarantino per Il Roma
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Koulibaly titolare, riabbraccerà il San Paolo in attesa del ricorso: la squalifica può essere ridotta

L'aveva ringraziato pubblicamente, con un post social visibile a tutti, con un messaggio sentito e sincero, col cuore in mano per quella ventata di solidarietà che aveva eclissato, per un istante, l'eco di cori che ancora s'avvertivano anche a distanza di giorni. Domani Kalidou Koulibaly ritroverà l'abbraccio del San Paolo, il suo stadio, e sarà inevitabile ricordarsi di cosa è accaduto lo scorso 29 dicembre, in occasione della sfida contro il Bologna, vinta dal Napoli per 3-2, quando lo stadio intero gli dedicò un cartoncino col suo volto, striscioni e cori, lo sostenne all'indomani degli episodi di razzismo di Milano.

IL RITORNO IN CAMPO. In quella circostanza Koulibaly era squalificato ma ugualmente presente. Ha vissuto quella giornata con emozione, non dimenticherà mai l'ennesimo attestato di stima da parte di una città che ormai sente sua, della quale sa di potersi fidare. All'esterno dello stadio i tifosi distribuirono la sua maschera, in campo s'alzo l'urlo "Kalidou, Kalidou" all'ingresso in campo del Napoli, tutti dedicarono un pensiero al difensore senegalese che pochi giorni prima era stato vittima di cori beceri da parte del pubblico del Meazza, non tutto ma una nutrita parte, per la sfida contro l'Inter, una partita di calcio come pretesto per macchiare il senso dello sport.

RINGRAZIAMENTO. Domani Kalidou ci sarà, al centro della difesa, per la sfida contro il Sassuolo, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Prevedibile registrare una nuova ovazione per il difensore che ormai è diventato idolo dei tifosi, della gente comune, di tutti quelli che lo stimano come uomo e calciatore apprezzando la sua semplicità, la sua umanità che traspare in occhi sinceri e sensibili. Ecco perché a San Siro, nel giorno di Santo Stefano, Koulibaly si lasciò andare ad un applauso ironico nei confronti di Mazzoleni dopo il giallo ricevuto per fallo su Politano. Kalidou non riuscì a sopportare la costanza di "buuuu" insistenti provenienti dagli spalti ma ignorati da chi era in campo.

IL RICORSO. Col Bologna il centrale senegalese ha scontato la prima di due giornate di squalifica. Il Napoli ha presentato ricorso per poterlo riavere a disposizione in occasione della prossima di campionato contro la Lazio, in programma domenica 20 gennaio alle 20.30 al San Paolo. Esistono i presupposti per vedere ridotta la squalifica. Conterà, e sarà forte, lo sfondo del razzismo che ha condizionato Koulibaly, l'atteggiamento dei tifosi presenti e anche quello di Mazzoleni che ha ignorato, più di una volta, cori evidenti e ben definiti che tutti, anche da casa, erano riusciti a sentire. Ancelotti spera di ritrovare il suo difensore (con la Lazio mancheranno anche Allan e Insigne) al quale, intanto, concederà vetrina in Coppa Italia. Sarà la prima occasione per dire 'grazie' a chi è sempre stato al suo fianco.