Marketing, assalto al mercato Usa

Assalto al mercato mondiale. Gli esperti di marketing del calcio sono con De Laurentiis: il «prodotto Napoli» ha potenzialità inimmaginabili e può essere venduto nei quattro angoli della terra
21.04.2006 14:15 di Antonio Gaito  articolo letto 5177 volte
Fonte: Il Mattino
Marketing, assalto al mercato Usa
Assalto al mercato mondiale. Gli esperti di marketing del calcio sono con De Laurentiis: il «prodotto Napoli» ha potenzialità inimmaginabili e può essere venduto nei quattro angoli della terra, basta solo trovare la chiave giusta. Ne parlano con entusiasmo Michele Uva di Sport+Markt, azienda tedesca che segue le più grandi società europee, dal Manchester al Barcellona; e il francese Thierry Cros, esperto internazionale che sta curando un piano di sviluppo per il Flamenco che solo in Brasile conta 34 milioni di tifosi. Ma come si fa a trasformare in business economico la passione calcistica? «Se si riesce a catturare un nuovo tifoso, è possibile coinvolgerlo in tante iniziative: dalla scuola calcio al merchandising, dalle iniziative via internet all'acquisto delle immagini e dei video per il telefonino. C'è un mercato inimmaginabile e, per molti versi, ancora vergine». Secondo Michele Uva il territorio più sensibile al calcio e al Napoli sono gli Stati Uniti: «Sì, vengo da un lungo periodo trascorso negli Usa e ho notato una grande espansione del soccer, del calcio. Il Napoli è già un simbolo di quella disciplina, quindi la strada sarebbe facile da seguire». Concorda Thierry Cros: «Io ritengo che già con la promozione in B il Napoli abbia riconquistato grandi fette di mercato. Ma già immagino cosa potrebbe accadere in serie A». Il dato di partenza è quello della cessione dei diritti televisivi: «Se oggi la società azzurra, fosse in serie A, i diritti varrebbero 55, 60 milioni che porterebbero il club al quarto posto in Italia dietro a Juve, Inter e Milan». Dietro l'angolo, quindi, c'è la possibilità di far aumentare in maniera esponenziale anche gli altri guadagni: «Il marchio, il brand, è fortissimo. Non riesco a fare calcoli però me la cavo con un esempio: seguo un sito internet francese che vende maglie da gioco e la seconda casacca più richiesta in Francia è quella del Napoli, anche se gioca in serie C...».