Negato rigore al Bologna, ma Gazzetta giustifica la Juve: "E' un caso limite..."

Dopo una partita abbastanza tranquilla dal punto di vista arbitrale, Juventus-Bologna si complica nel finale.
20.10.2019 11:15 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Negato rigore al Bologna, ma Gazzetta giustifica la Juve: "E' un caso limite..."

Dopo una partita abbastanza tranquilla dal punto di vista arbitrale, Juventus-Bologna si complica nel finale, con un episodio che fa recriminare la formazione di Sinisa Mihajlovic e il suo vice De Leo nel post-partita. Ma il braccio largo di de Ligt era da rigore o no? Caso limite, secondo la moviola de La Gazzetta dello Sport: "È il 93’: sul cross di Skov Olsen, De Ligt prova a liberare la propria area e nel tentativo di calciare il pallone lo sfiora. Mentre il difensore cade il rimbalzo è sul suo braccio aperto. Irrati lo valuta quindi come il frutto di una tentata giocata, non di una deviazione voluta e quindi, in base al regolamento in questi casi non concede il rigore. È stato quel tocco col piede con l’intenzione di spazzare via il pallone a determinare la decisione finale. Annullando così quel tocco col braccio che aumenta lo spazio del corpo. Il Bologna nel dopo partita reclama il penalty mancante che avrebbe potuto scrivere un finale diverso. È un caso limite e proprio per questo il dibattito resterà aperto".