Repubblica: "Formazione troppo spregiudicata, la prudenza non fa parte del Dna di Sarri"

Lo scrive l'edizione odierna di Repubblica
 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 8493 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport
Repubblica: "Formazione troppo spregiudicata, la prudenza non fa parte del Dna di Sarri"

"Il Napoli non è bello di notte, lo Shakhtar ora è un problema". Titola così l'edizione odierna di "Repubblica", che sottolinea come la sconfitta "renderà adesso più complicata la rincorsa alla qualificazione". 
"È stata una partita in salita e con tante trappole, per il Napoli: come del resto aveva previstoalla vigilia Maurizio Sarri, allarmato dalle sofferte vittorie in campionato con Atalanta e Bologna. Il calo psicofisico degli azzurri era una minaccia concreta e quasi nell’aria" scrive il quotidiano, che aggiunge: "Ma la prudenza non fa parte del Dna dell’allenatore toscano, che ha deciso lo stesso di affrontare la trasferta in Ucraina con una formazione troppo spregiudicata: da cui sono rimasti inizialmente esclusi Allan e Mertens, sostituiti con i polacchi Zielinski e Milik. Fuori dal contesto è apparsa subito la rinuncia al mediano brasiliano, l’unico incontrista della squadra. Si è fatta però sentire molto pure l’assenza al centro dell’attacco del belga: il cui ingresso (tardivo) nella ripresa ha quasi ribaltato l’inerzia della sfida"