Sconcerti distrugge Ventura: "Un insieme di giocatori che non sa cosa fare. Uno sfregio non far giocare Insigne"

Così sul Corriere della Sera
 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 21693 volte
© foto di Federico De Luca
Sconcerti distrugge Ventura: "Un insieme di giocatori che non sa cosa fare. Uno sfregio non far giocare Insigne"

"Brutta partita, giocata male, buttata in parte anche via, ma modesta, mediocre nella mentalità e nell’esecuzione. Non so cosa potrà fare la Svezia a Milano, ma l’Italia non è ancora una squadra, è un insieme di giocatori che non sa e non si preoccupa di capire cosa serve all’altro". Così nel suo editoriale per il Corriere della Sera, il giornalista Mario Sconcerti commenta il ko dell'Italia contro la Svezia. L'analisi di Sconcerti prosegue: "Non entro nel merito delle scelte di Ventura. Non ne ha molte. Ma tenere fuori Insigne è coraggioso fino allo sfregio. Verratti è una bella mezzala di trent’anni fa, tocca cinque volte il pallone prima di fare un passaggio. A quel punto qualunque centrocampo è schierato. Eder è un bravo ragazzo di passaggio, che c’entra in una partita così? La diversità di Immobile non è fare il centravanti boa, ma cercare l’area col pallone al piede, è uno che sa pensare calcio, non è Boninsegna. Ma onestamente è tutta la squadra fuori asse, come deconcentrata, non capita, non spinta. Questa è la vera sconfitta di Ventura, la sua «serenità», la sua inadeguatezza ai drammi popolari del calcio. Ha portato alla fine una non squadra".