Ziliani: "Sky sull’orlo della crisi senza calcio, crollati ascolti ed abbonati. Per la D’Amico ipotesi taglio stipendio del 75%"

Così scrive Paolo Ziliani su il Fatto Quotidiano, spiegando come Sky stia rischiando grosso dopo il netto calo di ascolti e di abbonati degli ultimi mesi
29.07.2019 11:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ziliani: "Sky sull’orlo della crisi senza calcio, crollati ascolti ed abbonati. Per la D’Amico ipotesi taglio stipendio del 75%"

“Gli abbonati di Sky Italia sono quasi 5,1 milioni (il sogno di sempre è arrivare a 7). 3,2 di questi, però, sono abbonati solo per le partite di calcio. Se i diritti tv passassero agli spagnoli di Mediapro, che in virtù dell’ultimo progetto presentato per il canale di Lega sono tornati prepotentemente in corsa, il sistema Sky crollerebbe del tutto”. Così scrive Paolo Ziliani su il Fatto Quotidiano, spiegando come Sky stia rischiando grosso dopo il netto calo di ascolti e di abbonati degli ultimi mesi: “La Lega Serie A chiede conto del crollo drastico di audience della scorsa stagione (-31%)”. E che il management Usa, “di fronte all’insuccesso rispetto agli obiettivi, vuole che si riducano i costi e mantengano i diritti tv, a questo punto vitali. Sky aveva come obiettivo aziendale di inglobare i quasi 2 milioni di abbonati Mediaset Premium. “Invece il 36% di questi è sparito e il 15% è passato a Dazn spendendo 10 euro. Adesso si inizia a parlare di sopprimere Sky Sport 24. Il notiziario pesa non poco sui conti dell’azienda e questo costo diventerebbe insostenibile se Mediapro dovesse entrare nell’affare diritti tv. Pare che a Ilaria D’Amico stia per essere proposto un contratto notevolmente ridimensionato rispetto a quello in corso, 250 mila euro invece di 1 milione”.