Chiriches a Kiss Kiss: "Dobbiamo vincerle tutte per lo Scudetto! Sto bene, spero nella convocazione. Ancelotti fondamentale per il mio recupero, mi ha stupito lo stadio vuoto..."

Vlaad Chiriches ha parlato ai microfoni di radio Kiss Kiss Napoli
07.02.2019 13:44 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Chiriches a Kiss Kiss: "Dobbiamo vincerle tutte per lo Scudetto! Sto bene, spero nella convocazione. Ancelotti fondamentale per il mio recupero, mi ha stupito lo stadio vuoto..."

Vlaad Chiriches ha parlato ai microfoni di radio Kiss Kiss Napoli: "Sto bene. All'inizio è stato un po' difficile. Vedere i compagni giocare ti fa stare male. Iniziare a lavorare con il pallone ti inizia a far ritrovare, ma serve anche qualcuno che ti tranquillizza e non ti fa accelerare troppo. Io già mi alleno con la squadra e spero già a Firenze di essere convocato". 

Europa League? "Ci crediamo, ma il mister ci ha trasmesso di crederci anche per il campionato perchè si può ancora vincere anche se è molto difficile e dobbiamo vincere quasi tutte le partite per riuscirci. Noi dobbiamo pensare a vincere ogni partita e così arriviamo alla fine".

Sconfitta a Firenze? "Ci pensiamo ancora perchè l'anno scorso eravamo così vicini all'obiettivo. Quella partita ci ha fatto perdere la testa. Speriamo di vincere quest'anno così da toglierci quella partita dalla testa". 

La Fiorentina? "Ha giocatori forti, giocano bene e fanno tanti gol. Dobbiamo stare attenti in difesa". 

Più difficile marcare Insigne, Milik o Mertens? "Tutti i giocatori dell'attacco sono forti".

Rapporto con Ancelotti? "Lo rispetto tanto perchè in questi mesi mi ha sempre dato quell'aiuto e quel supporto di cui hai bisogno quando sei infortunato. Il suo aiuto mi ha aiutato a tornare più presto".

Koulibaly? "E' sicuramente tra i difensori più forti al mondo". 

Cori razzisti, c'è differenza all'estero? "Io ho giocato in Inghilterra e forse c'è una cultura diversa, ma anche lì succedono questi episodi. Sono cose che non dovrebbero accadere ma purtroppo succedono ovunque". 

Zurigo? "Pensiamo partita per partita. Ora c'è la Fiorentina, poi vediamo alla gara di Europa League". 

Stadio vuoto? "Mi dispiace, Anche io mi aspettavo lo stadio pieno. Speriamo che i nostri tifosi ci siano vicini e abbiano fiducia nella nostra squadra. Abbiamo bisogno di voi". 

Oltre il calcio? "Subito dopo gli allenamenti sto a casa con la mia famiglia, con i miei due figli. La mia vita è calcio e famiglia"