Genoa-Napoli 1-2, le pagelle: incredibile Fabian, giganteggia nel fango! Vinta una gara impossibile. Delusione Zielinski

di Antonio Gaito
10.11.2018 23:01 di Antonio Gaito Twitter:   articolo letto 47904 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Genoa-Napoli 1-2, le pagelle: incredibile Fabian, giganteggia nel fango! Vinta una gara impossibile. Delusione Zielinski

di Antonio Gaito

Ospina 6 - Può poco sul gol, anche per quanto riguarda l'uscita visto il cross ben indirizzato sul secondo palo. Per il resto non è chiamato a grandi interventi. Diverse uscite con grande sicurezza, pulito anche quando chiamato a smistare palla su un campo insidioso.

Hysaj 5 - Macchia la sua prova perdendo il duello fisico con Kouamé, quando il Genoa imperversa, ma in realtà il problema è l'accoppiamento contro un avversario più strutturato fisicamente. Qualche buona chiusura, ma poca spinta (dall'81' Malcuit 6 - Una decina di minuti nel finale per provare ad avere maggiore spinta sulla destra, unica zona dove il pallone scorre via veloce)

Albiol 6 - Divide le responsabilità con Hysaj sul gol perché guarda solo il pallone e lascia l'avversario accoppiarsi col laterale che è in svantaggio fisicamente. L'unica macchia in una buona prova e mezzo punto in più perché in qualche modo partecipa al gol-vittoria.

Koulibaly 6,5 - Solita grande prova, mettendoci spesso una pezza, soprattutto nella prima mezz'ora col Genoa che imperversa. Sotto nel punteggio inizia a sganciarsi a sostegno dell'azione offensiva e nella ripresa gestisce bene decine di palloni sul suo lato che è il più insidioso.

Mario Rui 7 - Un leone sull'out mancino. Tra i più propositivi già nel primo tempo, nella ripresa si esalta nelle pozzanghere riuscendo persino a far partire azioni pericolose. E' indemoniato e nel finale finisce per vincere anche i duelli corpo a corpo.

Callejon 6 - Non demerita nel primo tempo, dettando spesso la verticalizzazione e mettendo in porta Milik col solito pallone millimetrico al centro dell'area tra portiere e attaccante. Nella ripresa è sul lato 'buono' del campo, ma il pallone resta quasi sempre conteso sull'out mancino.

Allan 6,5 - Un paio di percussioni nel primo tempo, ma non ha grande assistenza della squadra. Paradossalmente meglio col campo quasi impraticabile, riuscendo ad esaltarsi nella lotta col pallone che affonda nel fango.

Hamsik 6,5 - Si conferma su buonissimi livelli. Nel primo tempo è uno dei pochi a non andare in confusione, provando ad innescare i triangoli. Costretto a sdoppiarsi in fase difensiva, sui tanti contropiedi, e fa un po' fatica. Nella ripresa prova più volte l'invenzione verticalizzando spesso per sorprendere la difesa del Genoa.

Zielinski 4,5 - Partita da dimenticare. Ha spazio, ma riceve palla e non orienta lo stop per buttarsi dentro - alla Hamsik per intenderci - e colleziona palla perse facendo infuriare Ancelotti con quella che porta all'1-0. Poi viene accentrato perché non riesce a difendere da quel lato, cedendo la zona ad Insigne, senza sensibili progressi (dal 45' Fabian 8 - Un secondo tempo incredibile. Sembra volare sull'acqua, esaltandosi proprio nella zona impraticabile del campo. Firma l'1-1 nel momento più difficile e poi fa salire la squadra, portandosi dietro - letteralmente - fino a tre avversari che devono stracciargli la maglia per fermarlo. In Formula 1 già si interrogano: che gomme da bagnato avrà usato?)

Insigne 6 - Colpisce un palo sullo 0-0, illumina un primo tempo scialbo a livello collettivo con diversi filtranti d'alto livelli, come quello che poi manda Callejon all'assist per Milik. Nella ripresa è chiaramente sfavorito dal campo e combina poco o nulla.

Milik 5,5 - Punito col cambio all'intervallo, anche se la sua prova non è così negativa come quella di Zielinski. Ha una chance nel cuore dell'area su cui Radu si supera, per il resto qualche sponda e poco altro (dal 45' Mertens 7 - Sempre nel vivo del gioco, dettando gli scambi stretti. Un paio di conclusioni a giro di poco fuori, ma dopo il nubifragio serve un delizioso l'assist alle spalle per Fabian)