I segreti dei finali da urlo: staff, gps, consulenze negli USA, studio del Dna e persino i robot!

07.12.2018 08:42 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 14665 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
I segreti dei finali da urlo: staff, gps, consulenze negli USA, studio del Dna e persino i robot!

Se il Napoli è la squadra che in campionato segna di più nell'ultima mezz'ora (14 gol) o, in Champions League, riesce a battere il Liverpool al 90', di certo non è solo un caso. C'è uno studio dietro, ci sono ricerche, ci sono esperti, consulenti direttamente dagli Stati Uniti, persino i robot. Oltre ovviamente ad uno staff medico e tecnico di gran livello. Il focus è de La Gazzetta dello Sport, che prova a dare una spiegazione a questi dati straordinari nell'ultima mezz'ora.

GPS - "Dal primo giorno di ritiro in Trentino, ogni giocatore è stato dotato di una pettorina collegata al gps, che in tempo reale controlla ogni movimento dei singoli atleti, mandando dati elaborati in tempo reale da un software. La valutazione di questi dati consente di programmare e personalizzare i carichi di lavoro".

DNA - "Antonio Giordano – patologo e oncologo di fama internazionale, direttore dello Sbarro Institute di Philadelfia – è anche il coordinatore scientifico del Napoli e da quasi un anno sta portando avanti uno studio del Dna degli atleti".

ROBOT - "Dall’estate gli staff del Napoli hanno avviato un confronto con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. In particolare col professor Nicola Vitiello, direttore del Wearable Robotics Laboratory. Cioè attraverso la robotica lavorare nel campo della prevenzione e cura dagli infortuni. Giordano e Vitiello, eccellenze napoletani e anche grandi tifosi, il che non guasta".