Solido, cattivo e tatticamente perfetto: Gattuso ne cambia 7 ed espugna l'Anoeta

30.10.2020 08:00 di Antonio Gaito Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Solido, cattivo e tatticamente perfetto: Gattuso ne cambia 7 ed espugna l'Anoeta

Solido, cattivo, tatticamente perfetto, il Napoli sbanca a San Sebastian grazie ad un tiro da fuori (deviato) di Politano, ancora decisivo come a Benevento con l'assist per Petagna, e cancella il ko interno con l'AZ rilanciandosi prepotentemente nel raggruppamento. A fine partita è evidente la soddisfazione di Rino Gattuso, per il successo all'Anoeta contro la Real Sociedad, la squadra del momento in Spagna (prima in Liga, con il miglior attacco e la miglior difesa) ma soprattutto perché raggiunto nonostante una serata in cui il piano gara non riesce e deve rimescolare le carte a gara in corso.

Gattuso ne cambia sette rispetto all'ultima gara, un po' per la necessità di far rifiatare alcuni azzurri (Fabian, Mertens, Osimhen e Lozano su tutti), ma anche per contrapporre una mediana di palleggio con Bakayoko-Demme in mezzo e Lobotka più avanzato da sotto punta con Petagna centravanti di manovra. In realtà il fraseggio viene meno, gli azzurri perdono anche Insigne come regista offensivo dopo pochi minuti (per Lozano, da cercare più a campo aperto) e la Real Sociedad prende possesso della metà campo col Napoli che fatica nella costruzione dal basso, sorpreso anche dalla pressione ultra-offensiva degli spagnoli.

La squadra di Gattuso ha il merito di fare di necessità virtù e chiude gli spazi, si ricompatta con un 4-4-2, chiudendo i varchi centrali alle imbucate di David Silva e concedendo solo l'esterno, per tanti cross che sono preda di Maksimovic-Koulibaly, insuperabili sul gioco aereo: alla fine le miglior occasioni sono comunque degli azzurri e poi la fortuna - avversa con l'AZ - stavolta sorride a Politano, poco prima dei cambi che danno nuovo slancio anche in ripartenza. Tre punti pesanti che cambiano volto al girone, prima delle due sfide al Rijeka in cui sarà d'obbligo raccogliere sei punti.