Il saluto di Albiol: "Dura lasciare Napoli, la gente mi ha fatto sentire a casa! Tiferò per lo scudetto, ci riuscirete! Su Manolas e Sarri..."

04.07.2019 14:23 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il saluto di Albiol: "Dura lasciare Napoli, la gente mi ha fatto sentire a casa! Tiferò per lo scudetto, ci riuscirete! Su Manolas e Sarri..."

Un addio un po' a sorpresa, ma ormai digerito da tempo. Raul Albiol lascia il Napoli dopo sei anni intensissimi, poco fa è arrivato l'annuncio del club azzurro sul proprio sito ufficiale. E pochi minuti dopo il centrale spagnolo, ormai di proprietà del Villarreal, è intervenuto al microfono di Radio Kiss Kiss Napoli: "Sono stati sei anni incredibili, mi sono sentito come a casa. Voglio ringraziare la città, i tifosi e la società. Qui ho passato bei momenti della mia carriera, sono stato sempre felice. E' mancato solo il sogno scudetto, ma mi aspetto che il Napoli possa realizzarlo nei prossimi anni".

L'ultimo anno di Sarri ci credevate? "Sì, quell'anno sì. Ma questo è il calcio. Nei prossimi anni il Napoli può arrivarci perché ha una grande squadra e un ottimo allenatore. Il Napoli lotterà per vincere, speriamo che ci riuscirà".

Hai sentito il richiamo di casa? "E' stata dura lasciare Napoli, ho passato più tempo qui che in qualsiasi altra squadra. L'interesse del Villarreal è forte da due anni, ha fatto anche uno sforzo per prendermi. Arriva sempre il momento dell'addio, è arrivato il mio. Ma porterò sempre Napoli nel cuore, dal primo giorno ha dato tanto affetto a me e alla mia famiglia. Ora torniamo a casa, c'è una nuova avventura che ci aspetta".

Sarà ancora lotta a due con la Juve? "Credo di sì. Il Napoli, al secondo anno con Ancelotti, farà meglio perché ora le due parti si conoscono meglio. Arriveranno poi rinforzi quest'estate. Ancelotti è uno dei migliori in Europa. La Juventus vince da 8 anni, vediamo se ci riuscirà ancora con Maurizio".

Ti ha sorpreso Sarri alla Juve? "Nel calcio niente mi sorprende, mai, l'ho imparato. Abbiamo visto tanti passaggi di calciatori da una squadra ad un'altra, anche quando si odiano, questo non sorprende. E' una scelta che ha fatto perché crede sia la migliore. E' ovvio che alla città di Napoli non piaccia questa decisione, ma va rispettata".

Condividi la scelta Manolas? "Ogni giocatore nuovo deve avere un buon livello perché il Napoli è forte. E' normale che la squadra azzurra debba prendere calciatori importanti perché deve competere, come fa da anni, in campionato e Champions League. Con Ancelotti il Napoli ha grandi possibilità di fare una grande stagione. C'è già una base forte".

Quanti messaggi d'amore che arrivano per te. "E' stato duro lasciare Napoli a causa dell'affetto della gente, a me e alla mia famiglia. Abbiamo pensato però che questo fosse il momento giusto, io voglio dire grazie a tutti. Questi sei anni li ricorderò per sempre".

Se il Napoli vincerà lo scudetto tornerai per festeggiare? "Sì, questo sicuro. Se arriverà lo scudetto a fine stagione sarò qui. Ne sarei molto felice. Il Napoli lo merita e sta andando nella direzione giusta per vincerla, ci sono tante possibilità di arrivarci".

Su Fabian Ruiz: "Fabian ha tutte le qualità che servono. Ha la testa, è un bravo ragazzo e gioca molto bene a calcio. Ha tutto per trionfare ed essere un calciatore di primo livello mondiale. La fortuna che ha il Napoli è di averlo. L'anno scorso il club ha fatto un grande affare, si è visto. Nei prossimi anni Fabian crescerà ancora, darà tanto al Napoli, migliorerà con Ancelotti".

Saluta i tuoi tifosi azzurri. "Voglio soprattutto dire grazie a tutta la città. La gente ogni giorno ha dato tanto affetto a me e alla mia famiglia. Saluto tutte le persone della società. E saluto tutte le persone della città, dalle maestre ai tassisti. Tutti mi hanno fatto stare bene qua. In Spagna il Napoli avrà un tifoso in più e speriamo che sia a me che al Napoli il prossimo anno andrà tutto bene così saremo tutti felici".