La bufera su Osimhen, la multa esemplare e la grande paura di ADL

Poi arriverà anche Gattuso a metterci il carico, per essere certi che la lezione sia stata assorbita.
02.01.2021 18:15 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
La bufera su Osimhen, la multa esemplare e la grande paura di ADL

Partiamo da una domanda, semplice. Come avrebbero reagito i tifosi del Napoli se, al posto di Victor Osimhen, nei video che hanno spopolato sui social ci fosse stato Lorenzo Insigne? Proviamo solo a costruire con la fantasia la situazione: Insigne, ancora alle prese con un lungo infortunio, risulta positivo al Covid. Poco dopo, si ritrovano sui social network video di Lorenzo che balla senza mascherina e distanziamento, lanciando banconote agli astanti. 

Ora, non serve nemmeno sforzarsi troppo per cercare di dare una risposta: si percepisce in maniera spontanea la delicatezza della questione, così come la sciocchezza commessa dal giovane attaccante. Nella vita il tempismo spesso fa la differenza e ci sono momenti in cui servirebbe ancor più rigore.

Victor ha sbagliato, nessuno può negarlo. Nessuno, allo stesso tempo, vuole instaurare un tribunale dell’Inquisizione per perseguire il nigeriano, ma l’episodio deve portare il club ad alcune valutazioni. Il ragazzo va seguito. Consigliato. Va sicuramente multato, ma quello che più conta è costruire attorno una struttura che possa indirizzarlo al meglio. 

La sua storia racconta una grande voglia di rivincita, di un ragazzo che ha dovuto dire addio troppo presto agli di un bambino. È diventato grande (per forza) in fretta Osimhen, ed altrettanto in fretta ha visto la sua vita cambiare. Ogni metamorfosi può avere effetti stravolgenti sulla psiche, ogni mutazione deve essere assorbita al meglio.

Victor deve fare i conti con la sua nuova vita. Col suo status di icona, che impone ancor più attenzione. La cifra investita dal Napoli è così importante, così come lo stipendio percepito dal ragazzo, che anche la minima leggerezza è destinata a scatenare una bufera. De Laurentiis ne è consapevole, perché il mondo del calcio ha imparato a conoscerlo, così come le storie di ragazzi che devono gestire caratteri non sempre facili da domare. Proprio per questo, il patron del Napoli interverrà in maniera decisa e diretta sul ragazzo: pronta multa e lavata di capo. Poi arriverà anche Gattuso a metterci il carico, per essere certi che la lezione sia stata assorbita.